Sabato, 20 Ottobre, 2018

Detrazioni a rischio tagli in Legge di Bilancio 2019. Ecco quali sono

Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini
Esposti Saturniano | 07 Ottobre, 2018, 10:21

Girotto ha ribadito l'efficacia delle detrazioni fiscali in funzione della ripresa dell'economia del settore edilizio sopravvenuta in seguito alla crisi del 2008 e ha criticato il fatto che venivano prorogate di anno in anno: "Abbiamo le serie storiche dei dati che ci confermano la bontà di questo strumento, che però veniva prorogato ogni anno di un anno, quindi sempre col contagocce e senza dare fiducia né alle aziende produttrici né ai cittadini che sapevano di dover correre, perché devi avere la fattura in mano per ottenere la detrazione fiscale".

Poiché il governo cerca dei soldi per finanziare la manovra per mantenere le rassicurazioni su reddito di cittadinanza, flat tax, pace fiscale, pensioni a quota 100 e altro che hanno promesso, spunta la proposta di tagliare le detrazioni su mutui e spese mediche nella nuova legge di bilancio.

Questa manovra si sta valutando per far entrare più soldi nelle casse dello Stato.

Detrazioni mutui e spese sanitarie a rischio.

La differenza di per sé non sarebbe molta, ma di fatto si trasformerebbe in un minor sconto fiscale soprattutto per le famiglie.

Detrazioni fiscali dal 19% al 17% in arrivo con la Finanziaria 2019.

Attualmente il contribuente recupera attraverso le spese mediche che superano dalla franchigia di 129,11 euro il 19%.

Si è parlato infatti di un passaggio dal 50% al 36% della detrazione per un tetto massimo di spesa fissato a 48mila euro dopo il 2019.

Stesso discorso per quanto riguarda le spese sostenute per il pagamento delle rate del mutuo o per le tasse universitarie dei figli. Mentre la proposta del Governo è che si possa avere un recupero del solo 17%.

Altre Notizie