Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Berlusconi: Salvini sottomesso a M5s, c'è rischio dittatura

Reddito di Cittadinanza, dove sono le coperture M5S presentate in campagna elettorale? M5s: in aula si discuta dell'attuazione del programma di Governo
Esposti Saturniano | 06 Ottobre, 2018, 18:11

È il timore espresso da Silvio Berlusconi, intervenuto a Milano alla convention di Forza Italia. Nel corso del suo lungo intervento, il Cavaliere non ha nascosto la sua preoccupazione per la politica adottata dal nuovo governo.

Il primo pensieri di Silvio Berlusconi è rivolto all'alleato della coalizione di Centrodestra Matteo Salvini: "Non vorrei che a Salvini fosse venuta l'idea di andare avanti e presentarsi l'anno prossimo alle elezioni con loro".

Se per realizzare l'intero programma elettorale stando a quanto scritto dal Movimento 5 Stelle in campagna elettorale non sarebbero serviti "salti mortali", non si capisce da cosa possano derivare adesso tutte queste problematiche per riuscire a finanziare, tralasciando le richieste della Lega, il solo Reddito di Cittadinanza. Il testo prevede 10 miliardi per reddito e pensione di cittadinanza (9 più 1 ai centri per l'impiego); 7 per le pensioni a quota 100; 2 per la flat tax; 1 per le nuove assunzioni nelle forze dell'ordine e 1,5 per i truffati dalle banche (Ansa).

"Basta fare i conti: con un reddito di 780 euro al mese, al massimo saranno un milione di persone che potranno usufruirne" e invece "hanno venduto questa operazione come la fine della povertà", ha concluso Berlusconi. Perché ci sarà la galera per chi lavora in nero. Manca qualunque riduzione delle tasse qualunque misura per dare lavoro ai giovani"."Presto il governo salterà" - intervistato da Alessandro Sallusti, Berlusconi è poi tornato sui giorni della nascita del governo -: "Abbiamo detto di sì per responsabilità nazionale. Lo impone ai cittadini che in questo modo diventano sudditi dello Stato che è il contrario di ciò che deve essere una democrazia quale noi finora fortunatamente siamo. E ha avvertito: "Non prendiamo alla leggera ciò che accade in Italia". "È in assoluto il numero uno dei leader mondiali. Lo assumerei in una mia impresa", ha detto Berlusconi.

Altre Notizie