Lunedi, 24 Giugno, 2019

L'incertezza spinge le famiglie a risparmiare

Istat: aumenta il reddito delle famiglie ma i consumi ristagnano Istat: “Nel secondo trimestre reddito disponibile su dell’1,3%, ma i consumi salgono solo dello…
Esposti Saturniano | 06 Ottobre, 2018, 05:54

Nel secondo trimestre di quest'anno i consumi delle famiglie sono fermi.

L'Istat spiega però che "il marcato aumento del reddito", legato "in ampia parte agli incrementi retributivi del pubblico impiego, non si è trasferito sui consumi, risultati quasi stagnanti". Di conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici e' risultata superiore di 1,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, salendo all'8,6%.

Nei mesi tra aprile e giugno, il reddito delle famiglie italiane è aumentato dell'1,3% rispetto al trimestre precedente. "Per far riprendere i consumi nel nostro paese servono interventi urgenti, a partire dalla liberalizzazione dei saldi e dall'abrogazione di leggi e limiti obsoleti per il commercio, che risente della concorrenza dell'e-commerce" - conclude Rienzi. Il Codacons teme che dalle paventate chiusure domenicali possa derivare un ulteriore elemento depressivo per i consumi, mentre l'Unione nazionale consumatori sottolinea come per ritrovare un valore peggiore di quello del secondo trimestre si debba andare indietro di oltre due anni e risalire al primo trimestre 2016, quando i consumi delle famiglie diminuirono dello 0,2%. "Il reddito disponibile delle famiglie è cresciuto in misura accentuata, con un netto recupero congiunturale rispetto ai due trimestri precedenti. Ecco perché il Governo, più che aiutare a ridurre la pressione fiscale su singole categorie di lavoratori, come le partite Iva, cosa incostituzionale, dovrebbe aiutare chi ha un reddito basso e ha una maggiore propensione marginale al consumo".

Altre Notizie