Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Nobel per la Chimica 1028 ad Arnold, Smith e Winter

Chimica il Nobel ambientalista ad Arnold Smith e Winter Un Nobel alla chimica «verde»
Machelli Zaccheo | 05 Ottobre, 2018, 14:11

Il Nobel per la Chimica 2018 è stato assegnato agli americani Frances H. Arnold e George P. Smith e al britannico Sir Gregory P. Winter. La chimica della vita è presente nei nostri geni, che vengono trasmessi tra le generazioni. Alla prima va metà del premio, gli altri due si divideranno la seconda metà. Sono arrivate un po' più tardi di alcuni uomini, ma sono sorprendenti. Praticamente si utilizza il DNA degli organismi per migliorarli ed ottenere determinate caratteristiche, accelerando anche di milioni di volte quello che avviene in natura con la selezione naturale darwiniana. "In futuro credo che vedremo un flusso costante, lo prevedo, di donne premi Nobel per la Chimica". Arnold e' la quinta donna dal 1901 a ricevere il Nobel per la Chimica: e' stato premiato il suo contributo nel definire l'evoluzione degli enzimi, "catalizzatori" di natura proteica indispensabili per la vita.

Gli altri due scienziati ad aver vinto il premio Nobel per la Chimica 2018 sono due uomini. Il primo, nel 1985, sviluppò un innovativo metodo in cui un batteriofago - un virus che infetta i batteri - può essere usato per sviluppare nuove proteine. Il Nobel al 77enne americano Smith (docente emerito di scienze biologiche all'Universita' del Missouri) e al 67enne inglese Greg Winter (direttore del laboratorio di biologia molecolare all'Universita' di Cambridge) e' legato invece alla scoperta dei batteriofagi. Ha creato in sostanza una sorta di fabbrica di proteine. Tra i nuovi farmaci a base di anticorpi monoclonali c'e' l'adalimumab, approvato nel 2002 e usato per la terapia di diverse malattie autoimmuni: artrite reumatoide, psoriasi, morbo di Crohn e rettocolite ulcerosa.

Altre Notizie