Lunedi, 17 Dicembre, 2018

Udine, direttore di banca rubava ai ricchi per aiutare i poveri

Udine, direttore di banca rubava ai ricchi per aiutare i poveri Udine, direttore banca trasferì un milione da conti dei ricchi a quelli dei poveri: “Ribellione al…
Esposti Saturniano | 04 Ottobre, 2018, 22:30

Sta ottenendo una rilevanza nazionale la storia di Gilberto Baschiera, il direttore della filiale di Forni di Sopra della Banca di Carnia e Gemonese del Credito Cooperativo.

A modo suo aveva deciso di dare una mano ai correntisti più in difficoltà della sua banca ma per mettere in pratica il lodevole gesto invece di usare propri fondi ha pensato bene di servirsi di quelli degli altri correntisti, infrangendo così la legge e sottraendo ingenti somme agli ignari clienti. Accusato dalla procura di Udine di appropriazione indebita o truffa (per sè non ha trattenuto un solo euro), lunedì scorso Baschiera ha patteggiato due anni, pena sospesa però dal Gup che ha premiato la collaborazione. Oltre, ovviamente, al licenziamento in tronco appena la banca si è accorta degli ammanchi e al sequestro della casa. Il direttore di banca è stato licenziato perché ha sottratto denaro ai clienti più facoltosi per donarli a quelli che erano in grave difficoltà.

E la motivazione è stata la rabbia, "una voglia di giustizia, una ribellione al sistema che abbandona i pensionati con la minima e i giovani senza risorse".

"I clienti vanno aiutati lo stesso, a costo di esporre l'istituto al rischio di rimanere scoperto - diceva -, tanto quei soldi li restituirò tutti".

Altre Notizie