Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Monza, Berlusconi chiama Cassano. 'Fantantonio': "Mi sento ancora da Serie A..."

Antonio Cassano Antonio Cassano
Cacciopini Corbiniano | 04 Ottobre, 2018, 16:58

Per farlo, però, c'è bisogno dei calciatori adeguati.

"Sono quei tiri un po' maledetti che mettono in difficoltà il portiere - ha commentato Luca Liverani - Sapevamo che avremmo affrontato un Ravenna inferocito dopo due sconfitte consecutive: hanno avuto più fame di noi sotto certi punti di vista, noi avremmo dovuto sopperire ad alcuni episodi come l'infortunio del capitano o l'espulsione". La qualità globale è davvero modesta. "Poi, se proprio devo scendere di categoria...". Mi sento ancora un giocatore di Serie A, dove sono convinto di poter fare ancora la differenza. L'episodio che cambia la partita arriva al 44', quando il neo entrato Galli, già ammonito, stende Nocciolini e viene espulso, lasciando gli ospiti in inferiorità numerica prima che entrambe le squadre rientrino negli spogliatoi per l'intervallo. Ma per una sola squadra, quella che lo corteggia ormai da quasi due anni, la Virtus Entella: "In Serie B o in Serie C andrei in una sola squadra, l'Entella e lo farei soprattutto per il rapporto di grande stima e amicizia che coltivo da tempo con il presidente Gozzi e con tutto l'ambiente". Che per il momento naviga in cattive acque non conoscendo ancora in che categoria militerà. Mi piacerebbe scrivere un pezzo di storia. Sono convinto di potercela fare, assieme a Gozzi, una persona stupenda e squisita. Ma l'ambizione dei biancorossi si è concretizzata in un mercato molto importante che ha portato in Brianza giocatori del calibro di Reginaldo (154 presenze in serie A). "La categoria non fa differenza". Offrire il mio contributo per scrivere la storia di una società come l'Entella.

Altre Notizie