Domenica, 16 Giugno, 2019

Molinari batte ancora Woods, l'Europa prova la fuga

Ryder Cup Europa favorita ma gli Usa spaventano con Tigern Woods Golf, Ryder, Molinari: "Cerco di fare bene. È il team più forte in cui abbia giocato"
Cacciopini Corbiniano | 03 Ottobre, 2018, 13:12

Francesco Molinario più semplicemente Chicco, ma da oggi chiamatelo pure MoliRyder. A Parigi è lui a battere Phil Mickelson sul percorso par 72 del Le Golf National di Saint-Quentin-en-Yvelines, sobborgo nei pressi di Parigi, e permettere all'Europa di conquistare la 42a edizione della Ryder Cup. Il torinese, nel match contro Woods/Reed ha iniziato la Ryder Cup con un birdie e poi la messo a segno il quinto alla buca 17, decisivo per lo score. Un 2018 da sogno che lo ha visto balzare al quinto posto della classifica mondiale. E sfiderà sempre Woods (per la terza volta in due giorni), questa volta al fianco di Bryson DeChambeau. "E' stato incredibile. Ci siamo uniti splendidamente, come mai era successo in precedenza, è stata la miglior squadra di cui mi sia capitato di far parte". Il Vecchio Continente domina anche l'incontro che vede la sorpresa Thorbjorn Olesen nettamente avanti su Jordan Spieth. Nel video l'esultanza dopo la vittoria dei fan che urlano "Moli, Moli, Molinari!" e "Tommy, Tommy Fleetwood".

Ha detto Molinari - "Siamo molto felici - ha dichiarato l'azzurro - dell'esito della giornata e anche di quanto abbiamo fatto sul campo con Fleetwood". "È difficile non emozionarsi quando pensi agli altri giocatori, ai vicecapitani, alle nostre mogli che sono qui". "Non piango ma soddisfazioni di questo tipo sono pazzesche". Attualmente il bilancio è di 27 successi americani contro 14 dei continentali.

Altre Notizie