Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Juventus-Bologna 2-0: ed ora con Dybala?

Juventus-Bologna 2-0 tabellino commenti pagelle 26 settembre 2018 JUVENTUS - Allegri: "E' lunga, sabato c'è lo scontro diretto col Napoli, sarà una bella gara"
Cacciopini Corbiniano | 28 Settembre, 2018, 17:37

"Il Napoli - ha aggiunto il tecnico bianconero - ha preso l'allenatore più vincente, mette serenità e rende le cose molto semplici".

"Sarà una bella partita, ma per la classifica conta più per loro".

"Oggi non vi do alcun nome per la formazione". Siamo in ottime condizioni, la squadra sta bene ed è motivata per questa partita. "Ma è un problema mio, non vi preoccupate voi" ha detto il mister.

"È un test importante per valutare il nostro momento. Nelle ultime gare abbiamo fatto bene, ora dobbiamo provare a ripeterci contro una grandissima squadra".

JUVENTUS (3-5-2) Perin; Barzagli (dal 41' s.t. Alex Sandro), Bonucci, Benatia; Cuadrado (dal 31' s.t. Bernardeschi), Bentancur, Pjanic (dal 18' s.t. Emre Can), Matuidi, Cancelo; Dybala, C. Ronaldo. Lui sa benissimo cosa abbiamo cambiato e come giochiamo, nel calcio ormai non ci sono più segreti. Chi le esprimerà meglio vincerà. "Per me dovrebbe vincere ogni anno il Pallone d'Oro, però quest'anno toccare ad un calciatore cui sono affezionato come Modric". I partenopei sono molto forti, Ancelotti è super e sono sicuro che sarà una bella partita, ma sicuramente non deciderà il campionato. È un grande allenatore, riesce a tirare fuori il meglio da quello che ha, lo definirei pratico.

"Vale sempre tre punti". Arriva anche abbastanza presto. Poi c'è l'aspetto mentale è un risultato positivo potrebbe darci tanto entusiasmo visto che siamo una squadra molto giovane. "Non mi interessa sapere chi sia favorito o sfavorito". Ma la gara col Parma mi ha fatto aumentare i dubbi per quella di domani. Incalzato sul suo ex pupillo ai tempi del Real Madrid il tecnico ha rilasciato parole al miele: "Per Cristiano Ronaldo nutro grande riconoscenza, al di là dei gol che ci sono serviti per vincere la Champions, soprattutto per le qualità umane che ha mostrato". E' sempre difficile vincere un campionato, ma il calcio sa essere strano. Continuo per la mia strada.

"Non è una gara come le altre, c'è già il pensiero, ma c'è serietà e concentrazione, come avviene normalmente". "Avremo più pressioni, ma non dobbiamo allontanarci da quanto fatto ultimamente, quello è il Napoli che voglio". Nella fase offensiva invece gioca come sa, perchè i giocatori si conoscono. "Non ci sono tante alchimie, bisogna stare attenti a non eccedere nel nervosismo". Se lui è contento, e credo lo sia, continueremo così.

"Fortunatamente devo sempre fare scelte dolorose: ho tanti giocatori importanti e qualcuno deve andare in panchina". Con lui ho un buon rapporto, ho molta stima nei suoi confronti così come lui ce ne ha per me. Io sono fiducioso, arriviamo da un calendario complicato ma nelle condizioni ottimali. Mertens sta bene, l'ha dimostrato a Torino.

"Nessun problema con la designazione arbitrale".

Altre Notizie