Lunedi, 17 Giugno, 2019

Cristiano Malgioglio contro Lory del Santo al Grande Fratello Vip

Lory Del Santo Lory Del Santo non è andata ai funerali del figlio suicida
Deangelis Cassiopea | 28 Settembre, 2018, 16:57

La stessa soubrette aveva spiegato la sua decisione di partecipare al reality Vip nonostante la tragedia che l'ha colpita da poco. Dopo quanto accaduto, d'accordo con Mediaset, avevo deciso di rinunciare.

Sta facendo molto discutere il tweet che qualche giorno fa ha postato in rete il giornalista Antonello Piroso, il quale ha detto la sua sul dramma personale di Lory Del Santo. La vicenda, ora, si arricchisce di un particolare inquietante.

Lory ha confessato a Verissimo di aver ricevuto la proposta per il Grande Fratello Vip diversi mesi prima della terribile disgrazia che ha colpito suo figlio, il quale ha scelto di suicidarsi a causa di una malattia cerebrale che lo stava spegnendo sempre di più. Potrebbe essere una terapia. Lory ora: 'Avevo deciso di non partecipare, invece al GF ci vado come terapia'. Oggi un'altra frase ha mostrato ulteriormente come il dolore sia ancora presente e difficile da superare: "Il dolore per la solitudine, la voglia di resistere ed esistere, la ricerca di qualcuno che ancora ci voglia amare". "Io invece mi farei vedere direttamente da uno bravo". E allora non sarebbe più un Grande Fratello gioioso. Ma il GF non è una terapia, guarisci dall'abbandono di un marito, ma la perdita di un figlio è una sofferenza del cuore immensa.

Lei dovrebbe andare là dentro e dimenticare, ma là non si dimentica niente. "A me dispiace perché Lory è una donna che ha bisogno di affetto, ma lì non c'è affetto, lì c'è un meccanismo, non è facile farlo".

Del Santo nel 1991 aveva perso anche un altro figlio, Conor, 4 anni, avuto dal musicista Eric Clapton, morto precipitando da un grattacielo a New York.

Il figlio più grande, Devin, in un lungo post su Facebook ha ricordato il fratello Loren morto suicida a soli 19 anni.

Devin, ha 26 anni ed è nato dalla relazione della donna con Silvio Sardi, produttore cinematografico. Le persone che si trovano a vivere questa condizione, infatti, non riescono a provare alcuna forma di funzioni che solitamente sono considerate piacevoli.

Altre Notizie