Sabato, 14 Dicembre, 2019

Cosa ha detto Tria sulla Manovra a Confcommercio

Esposti Saturniano | 26 Settembre, 2018, 19:39

"Non ho sentito richieste non condivisibili, ma vanno attuate volta per volta", ha proseguito Tria. "Ovviamente ognuno può avere la sua visione, ma in scienza e coscienza, come si dice, bisogna cercare di interpretare bene questo mandato" ha detto Tria.

Tria dice che nella manovra "ci saranno interventi come il reddito di cittadinanza", il disegno "al di là dell'etichetta va in quella direzione". "C'è tanto lavoro da fare ancora", ha sottolineato. "La staffetta generazionale è più un problema di competenze che di eta'".

"Crescita nella stabilità finanziaria". Inoltre, ha affermato: "Stiamo studiando meccanismi di accompagnamento delle amministrazioni pubbliche nel fare investimenti". Il titolare dell'Economia ha poi ribadito che "il primo obiettivo è impedire l'aumento dell'Iva". Il governo non vuole permettere un aumento della pressione fiscale, "ma anzi punta a una sua riduzione", ha insistito il ministro. "Siamo partiti da una situazione in cui era previsto l'aumento della finanza pubblica in accordo con la Commissione europea, e da li si parte, ma l'accordo con la Commissione e le previsioni sull'aumento della finanza pubblica e quindi anche sulla crescita si basavano su un forte incremento della pressione fiscale, le famose clausole di salvaguardia". "L'obiettivo è quello di un mix di politiche che mostri che si può avere fiducia nell'Italia", ha precisato. Poi, secondo le promesse già fatte in campagna elettorale, Tria ha assicurato che il governo si impegnerà a "evitare aumenti di tasse semplificando nel contempo gli adempimenti, con l'obiettivo di eliminare il differenziale di crescita tra Italia ed Europa, dimezzandolo nel primo anno fino all'eliminazione negli anni successivi". Stiamo attenti - ha ammonito - perché a volte se uno chiede troppo poi deve pagare interessi maggiori e quello che si guadagna si perde in interessi. "Su questo ci stiamo muovendo", ha spiegato. Dopo che il vicepremier Luigi Di Maio la settimana scorsa aveva avvertito il capo di via XX settembre sulle coperture per il reddito di cittadinanza - "Un ministro serio i soldi li deve trovare", aveva detto il capo politico del M5s - oggi Tria ha ricordato di avere "giurato nell'esclusivo interesse della nazione, non di altri". Se si crea incertezza nessuno investe e nessuno consuma. Dobbiamo dimostrare ai mercati che la manovra è di crescita, ma non crea dubbi sul nostro debito. Sono ottimista, nonostante quello che leggo sui giornali.

Altre Notizie