Martedì, 15 Ottobre, 2019

Francesco Totti a cuore aperto: il "Pupone" si racconta

CdS- Totti contro Spalletti l'ex capitano rivela di aver tifato Lazio nello'spareggio Champions CdS- Totti contro Spalletti l'ex capitano rivela di aver tifato Lazio nello'spareggio Champions
Cacciopini Corbiniano | 24 Settembre, 2018, 07:25

"Ancora non mi annoio". "Le mie giornate sono quasi come quelle da calciatore". Ma il giorno dopo, quando andando verso il dischetto dissi che avrei mantenuto la parole, mi scongiuravano di ripensarci: "Sei scemo?" E cerco di rendermi utile. Nello spogliatoio ora si parla quasi solo inglese. Se non lo sai non capisci niente, si fa meno gruppo. In ritiro ognuno si isola in camera sua col telefonino. a navigare a mandare messaggi. Totti, ha parlato ai microfoni de Il Venerdi di Repubblica: "Chiudere in Asia o in America?".

" Perchè avrei rovinato 25 anni di carriera".

SPALLETTI DA TOTTI - "Mi giro dall'altra parte nel tentativo di prender sonno, il solito orologio digitale scatta sulle undici, nel silenzio dell'elegante clinica che domina Roma avverto prima uno scalpiccio nel corridoio e poi un bussare trattenuto alla porta, nell'evidente intento di farsi sentire soltanto da me. Spalletti è quello che ha spinto di più per il mio addio, c'era un'unione di intenti con la società". Quando avevo 12 anni il Milan era pronto a pagare 300 milioni? In quel caso il no fu della mia famiglia, soprattutto di mia madre. Era sempre lei a starmi dietro. Il capitano giallorosso parla anche di qualche ombra nel suo passato glorioso: "Il calcione a Balotelli?".

Sì, ma arrivò dopo un crescendo.

La lite con Antonio Cassano per via di un'assegno: "Gli era sparito l'assegno dello stipendio e s'era messo in testa che a rubarglielo era stata la nostra domestica, una che stava con noi da anni". La vicenda finì male, Spalletti lasciò Roma perché poi aveva pronta l'Inter, ma in città la gente lo fermava ai semafori per insultarlo, non c'era affatto un bel clima. Dopo i giocatori dell'Inter non mi assalirono e quando uscivo dal campo Maicon mi diede il cinque. "La sensazione era che anche tra i suoi compagni interisti Balotelli creasse qualche irritazione (in allegato il video del fallo di Totti a Balotelli, ndr)".

"Io non volevo i campioni in squadra?" I giocatori non arrivavano per via del budget, mica per scelta mia.

Un'altra leggenda racconta che la notte del 3 a 0 al Barcellona non hai esultato perché rosicavi di non essere più in campo.

Altre Notizie