Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Istat, rivisto al rialzo il Pil 2017. Ma peggiora il deficit

Istat, rivisto al rialzo il Pil 2017. Ma peggiora il deficit Conti pubblici, Istat rivede all’insù la crescita 2017 e al ribasso il debito/pil
Esposti Saturniano | 23 Settembre, 2018, 14:40

Rispetto alla stima di aprile, pari al 2,3%, l'Istat evidenzia oggi un leggero peggioramento.

È a partire da questi dati infatti che il tesoro compila la griglia con i parametri di finanza pubblica più importanti inseriti nella nota di aggiornamento al Def. Primo fra tutti il livello di deficit in rapporto al pil che intende "utilizzare", con il ministro Tria che vorrebbe fermarsi all'1,6% e i vicepremier che puntano a superare quota 2%.

Per quanto riguarda gli investimenti, nel 2017 sono cresciuti in volume del 4,3%, i consumi finali nazionali dell'1,1%, le esportazioni di beni e servizi del 5,7% e le importazioni del 5,2%.

Il valore aggiunto, a prezzi costanti, è aumentato del 3,7% nell'industria in senso stretto, dell'1,1% nel settore dei servizi e dell'1,0% nelle costruzioni.

Il reddito delle famiglie nel 2017 è cresciuto dell'1,6% in valore nominale e dello 0,5% in termini di potere d'acquisto. Si è registrato un calo nel settore dell'agricoltura, silvicoltura e pesca (-4,3%). L'Istituto di statistica ha anche rivisto le stime su entrambi gli anni: i calcoli precedenti indicavano un rapporto al 132,0% nel 2016 e al 131,8% nel 2017. In particolare le stime dell'anno 2016 incorporano i dati definitivi sui risultati economici delle imprese e quelli completi relativi all'occupazione. La revisione al rialzo del Pil per l'anno scorso da +1,5% a +1,6% "ha un effetto di trascinamento minimo, trascurabile" sull'inizio del 2018, spiegano fonti tecniche qualificate a Radiocor, "con un aggiustamento di pochi centesimi, non sufficiente a cambiare il quadro macroeconomico".

Continua la tendenza alla riduzione della pressione fiscale, che scende al 42,2% dal 42,4% del 2016. Venerdì 28 settembre si terrà la conferenza evento per presentare l'intera operazione censuaria.

I ritocchi contabili dell'Istat sono un passaggio cruciale per il governo.

Altre Notizie