Domenica, 18 Novembre, 2018

Migranti, scintille fra Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo

Migranti, scintille fra Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo Braccio di ferro a Vienna sui migranti. Salvini litiga con il ministro del Lussemburgo
Evangelisti Maggiorino | 16 Settembre, 2018, 14:18

"Ma in Lussemburgo, paradiso fiscale che non può dare lezioni all'Italia, non hanno nessuno di più normale che faccia il Ministro???".

Il ministro dell'interno italiano è stato però interrotto dal collega lussemburghese, che, visibilmente nervoso, ha preso la parola: "Nel nostro paese avevamo migliaia di migranti italiani venuti a lavorare", e sbattendo il microfono ha chiosato "merd alors" (traduzione: "diamine").

Secondo il ministro lussemburghese, lo staff del vicepremier "riprende sistematicamente ogni cosa" e se bisogna fare i conti con la presenza di telecamere che filmano all'insaputa di altri interlocutori, "allora non ci può più essere una discussione trasparente". Ma Salvini ha replicato: "Rispondo pacatamente al suo punto di vista che non è il mio". Lo afferma il ministro degli esteri lussemburghese Jean Asselborn a Spiegel.de in riferimento al video del botta e risposta sul tema migranti.

"È stata una provocazione calcolata", ha detto Asselborn, sostanzialmente definendo "un'imboscata" quella che gli sarebbe stata tesa dal leader della Lega.

A stretto giro, Salvini posta su Facebook l'intervento a Vienna condividendo con i suoi follower il battibecco. Gli ho risposto che io invece lavoro perché i ragazzi italiani (ed Europei) tornino a mettere al mondo dei figli perché non voglio nuovi schiavi.

"Io penso di essere al governo e di essere pagato dai miei cittadini per aiutare i nostri giovani a fare quei figli che facevano qualche anno fa, non per espiantare il meglio dei giovani africani per rimpiazzare gli europei che per motivi economici non fanno più figli", ha aggiunto Salvini.

Un nuovo segno d'insofferenza verso l'Italia. Dopo lo sbarco di centinaia di profughi a Lampedusa, il Viminale ha segnalato una piccola barca con 15 tunisini a bordo alla deriva in acque maltesi.

Lo scontro si è generato durante l'intervento di Salvini.

Altre Notizie