Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Ciclismo, brutta caduta per Aru alla Vuelta: "Perseguitato dalla sfortuna"

Vuelta, il calvario di Fabio Aru - Sport Vuelta, Fabio Aru a terra: "La sfortuna non vuole lasciarmi in pace" - Sport, Ciclismo Triathlon
Cacciopini Corbiniano | 16 Settembre, 2018, 05:54

La classifica generale vede ancora in testa Simon Yates, che però deve guardarsi alle spalle dalla coppia Valverde-Mas, rispettivamente a 25 secondi e a 1' 22'. Così si potrebbe riassumere la 20ª frazione della Vuelta di Spagna 2018. Sabato ultima frazione di alta montagna, 97,3 km durissimi con arrivo al Coll de la Gallina. "In classifica generale ora il britannico vanta +1'38" su Don Alejandro e +1'58" su Kruijswijk, che scalza Mas dal podio virtuale.

"Kruijswijk ha chiuso a 13", poi a 52" sono arrivati Rigoberto Urán, Miguel Ángel López (mai incisivo nonostante la presenza di Bilbao al suo fianco) ed Enric Mas, a 1'03" è giunto Wilco Kelderman e quindi solo ottavo a 1'12" Alejandro Valverde. Il ricongiungimento nei confronti del terzetto di testa non avviene.

La Movistar non ha mai abbandonato la testa del gruppo e quando mancavano 35 chilometri alla conclusione ha provato anche a fare uno scherzetto a Simon Yates: in un momento in cui la maglia rossa si trovava nella seconda metà del plotone, la formazione spagnola ha piazzato un'accelerazione molto decisa che ha provocato anche dei piccoli frazionamenti, se ci fosse stato del vento trasversale più forte Yates se la sarebbe potuta vedere brutta, e invece così tutto è rientrato nella normalità nel giro di un paio di chilometri. Crollano Kruijswijk, staccato di un minuto, e Valverde, lontano oltre 3'.

Il ciclista sardo ha deciso di partecipare alla Vuelta anche per recuperare la migliore condizione in vista del Mondiale a Innsbruck e questo incidente potrebbe spingere il commissario tecnico Davide Cassani a lasciare a casa Aru.

Altre Notizie