Domenica, 23 Settembre, 2018

##Manovra, Tria apre al taglio Irpef: subito e in modo graduale

Giovanni Tria Giovanni Tria
Esposti Saturniano | 14 Settembre, 2018, 23:11

Dallo stesso palco ha parlato anche il viceministro dell'Economia Massimo Garavaglia, che ha presentato alcuni dei provvedimenti ipotizzati dalla Lega per rilanciare l'economia e le aziende: "Si pensa ad introdurre una dual tax Ires, al 24% per quello che tiri fuori e al 15% strutturale su quello che resta dentro l'azienda".

"Bisogna trovare gli spazi in modo molto graduale per una partenza di un primo accorpamento e una prima riduzione delle aliquote sui redditi familiari - ha dichiarato Tria come riportato dall'Ansa". "Una pace fiscale ci sarà, tanto più motivata quanto più cambierà il sistema fiscale".

Tria:

Il Ministro non ha rinunciato ancora una volta a rassicurare sulla riduzione del rapporto rapporto debito-PIL. "Siamo nella stabilizzazione", ha detto il ministro, ribadendo che l'obiettivo del governo è iniziare a ridurre il rapporto debito Pil e non avere un peggioramento strutturale del bilancio "ma anzi un miglioramento". "Si può costruire una strategia politica economica coerente - ha spiegato - anche se è partita da una campagna elettorale non del tutto coerente". Nel Documento di economia e finanza di aprile, elaborato dal precedente esecutivo di Paolo Gentiloni, il debito pubblico era visto scendere di un punto percentuale al 131,8%. La manovra verrà presentata ad ottobre ed entro la fine di settembre dovrebbero essere prese decisioni anche sull'abolizione della legge Fornero e sul reddito di cittadinanza. "Non so se deve diventare una nuova Iri ma non deve essere una nuova Gepi con un intervento in imprese più o meno decotte".

"Bisogna stare attenti a come si usa questo strumento - ha concluso Tria - in un certo senso è il nostro fondo sovrano ma staccato dalla pubblica amministrazione e come ogni fondo sovrano si muove secondo il calcolo economico". L'auspicio e' che il gasdotto Tap e la Tav vengano realizzati. "Personalmente spero che si facciano e che il problema si sblocchi, che ci sia una soluzione anche perche' si tratta di grandi collegamenti internazionali", ha aggiunto.

Altre Notizie