Domenica, 18 Novembre, 2018

Le foto dei preparativi per l’uragano Florence

Florence l'uragano che spaventa gli Stati Uniti Florence l'uragano che spaventa gli Stati Uniti
Evangelisti Maggiorino | 14 Settembre, 2018, 14:50

Ma oltre ai forti venti, che dovrebbero i superare anche i 200 km/h, la preoccupazione maggiore riguarda anche le precipitazioni consistenti che caratterizzeranno quella che potrebbe diventare in breve tempo la "tempesta perfetta". Intanto da venerdì 15 settembre negli Stati nel mirino è già prevista la chiusura di scuole, università e uffici pubblici.

NEW YORK "Non vi giocate la vita per sfidare un mostro": il governatore della North Carolina, Roy Cooper, implora così i residenti delle zone costiere del suo Stato che resistono all'ordine di evacuazione scattato ieri mattina. Si potrebbe trattare dell'uragano più forte dal 1954 ad abbattersi sulle coste orientali americane. I supermercati sono stati presi d'assalto e in molti casi acqua potabile e cibo base sono stati distribuiti dalle autorità. Come riportato da La Repubblica, il National meteorological service (Nws) è stato chiaro quando ha invitato i cittadini "a non concentrarsi sulla previsione della traiettoria" perché "gli effetti significativi si faranno sentire oltre il cono e arriveranno sulla costa ben prima dell'occhio del ciclone".

Il Centro nazionale uragani ha previsto che "Florence diventerà un grande uragano estremamente pericoloso entro giovedì" e temono che nelle prossime ore si rafforzerà ulteriormente.

L'uragano apre di fatto in America la stagione degli uragani. L'obiettivo è poter avere a disposizione le risorse per prepararsi ad affrontare l'imminente situazione di pericolo. Poi la chiosa:"Ricordate che siamo qui per voi". Dopo avere raggiunto categoria 4 (su 5), Florence ora si è indebolito ed è diventato di categoria 2, con raffiche di vento che raggiungono i 175 chilometri orari. Anche la Carolina del Nord ha annunciato l'evacuazione che interesserà circa 300 mila persone.

In allerta anche gli abitanti delle Bermuda e delle Bahamas, isole che si trovano sul passaggio dell'uragano, e che si stanno appunto preparando al peggio.

Altre Notizie