Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Libia, Unhcr: 'Atrocità contro i rifugiati, anche contro neonati'

"In Libia stupri e torture contro i rifugiati, la denuncia dell'Onu Ieri alle 13:19- ultimo
Evangelisti Maggiorino | 11 Settembre, 2018, 22:39

Segnalazioni di "atrocità indicibili commesse contro i rifugiati e i richiedenti asilo nelle strade di Tripoli", perfino su un bambino di un anno, sono giunte all'Unhcr, che in una nota denuncia il "drastico deterioramento" della situazione dei rifugiati e dei migranti che vivono nelle aree urbane a seguito degli scontri dei giorni scorsi. Una donna ha racconto che criminali sconosciuti hanno rapito suo marito, l'hanno violentata e hanno torturato suo figlio di un anno.

L'UNHCR, l'Agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite, ha riferito in un comunicato di essere costernata per le notizie di trafficanti che si fingono agenti dell'UNHCR.

"Molti rifugiati erano detenuti in aree vicine agli scontri e a rischio di essere colpiti dai razzi". "Si rimane, quindi, contrari alla detenzione di rifugiati e richiedenti asilo", ma si è sancora presenti nei luoghi in cui si trovano i rifugiati per fornire loro assistenza salvavita ". In una nota l'Unhcr si è definita "sgomenta" e ha chiesto alle autorità libiche "di agire contro tutti i criminali che cercano di colpire rifugiati e migranti disperati". Alcune persone avrebbero sfruttato le divise con loghi simili all'Unhcr e all'Onu, per attrarre verso di se i migranti, e sottoporli ad abusi e violenze.

"Secondo alcuni rapporti ritenuti affidabili dalle nostre fonti e secondo i rifugiati stessi, sembrerebbe che alcuni trafficanti stiano spacciandosi per personale delle Nazioni Unite, incluso quello di Unhcr, in diverse località della Libia". Le informazioni in questione arrivano in parte da "rifugiati che dicono di essere stati venduti a trafficanti in Libia e sottoposti a maltrattamenti e torture, a volte dopo essere stati intercettati in mare". La struttura ha la capacità di ospitare 1.000 rifugiati e richiedenti asilo ed è pronta per l'uso.

L'UNHCR ha detto che sta anche chiedendo una forte azione istituzionale in Libia per rintracciare i responsabili dei contrabbandieri e trafficanti di esseri umani.

Altre Notizie