Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Prezzo benzina, Bitonci: primo taglio accise in vista

Arrivano i tagli sulle accise sulla benzina Intervista a Bitonci, sottosegretario all'Economia: «In manovra primo taglio delle...
Esposti Saturniano | 11 Settembre, 2018, 17:38

Per chi non lo sapesse, le accise sulla benzina arrivano a toccare fino a 20 centesimi al litro, ed alcune risalgono addirittura alla guerra di Etiopia. Ad affermarlo è stato il sottosegretario all'economia, Massimo Bitonci, nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano romano "Il Messaggero" e ripresa da diverse agenzie di stampa nazionali come l'AdnKronos. "Poi per il 2020-2021, Salvini ci ha chiesto di preparare una flat tax" dice il sottosegretario all'Economia ad Andrea Bassi de Il Messaggero, "Proporremo una riduzione della prima aliquota dal 23% al 22%".

E' pronto il taglio alle agognate accise sulla benzina, tasse di vecchissima data che fanno aumentare il prezzo del carburante a discapito dei risparmi dei consumatori.

Ma Bitonci stupisce, presentando non solo il taglio delle accise, ma anche altre idee compreso nel piano fiscale ideato dalla Lega, annunciando "un'altra misura molto importante per le imprese: una riduzione dell'Ires dal 24% al 15% per gli utili che vengono reinvestiti per l'acquisto di attrezzature e beni per lo sviluppo dell'attività". Una specie di nuova legge Tremonti. L'obiettivo è quello di tagliare le accise più vecchie sulla benzina, anche se ad oggi è difficile quantificare le cifre: "Stiamo ancora facendo i conteggi, sarà un primo segnale", spiega Bitonci. Si tratta di un argomento contenuto all'interno del programma del 'governo del cambiamento' che quasi certamente troverà dunque spazio nella manovra che il governo sta preparando.

Due sono le ipotesi ora allo studio del governo: "Una ulteriore riduzione delle aliquote Irpef oppure una flat tax progressiva. Il punto di partenza resta il taglio del primo scaglione".

Si parla anche di altre proposte che la Lega vorrebbe portare a discussione in futuro, come ad esempio "L'ampliamento del regime dei minimi".

La misura richiederà 10 miliardi di euro: "La quota parte della Lega è di 5 miliardi, altri 5 sono per le misure del Movimento 5 Stelle". Infine, il sottosegretario assicura: "Non servirà" cancellare il bonus degli 80 euro introdotto dal governo Renzi.

Altre Notizie