Domenica, 16 Dicembre, 2018

Vaccini: 2.000 controlli al giorno sulle autocertificazioni

La maggioranza fa marcia indietro sui vaccini Vaccini, la maggioranza fa dietrofront: pronto l’emendamento, resta l’obbligo per…
Machelli Zaccheo | 07 Settembre, 2018, 02:51

Tutto questo per l'anno scolastico in fase di avvio, perché la maggioranza gialloverde punta a ricambiare le carte in tavola per quello successivo, con la proposta di legge già presentata alla Camera che introduce l'altro rebus dell'"obbligo flessibile". Con quell'emendamento - ora annullato - si rendevano nulli gli effetti della legge Lorenzin che ha introdotto nella scorsa legislatura l'obbligo vaccinale.

Oggi il nuovo emendamento dei relatori sui vaccini al decreto milleproroghe è stato presentato nelle Commissioni Bilancio e affari costituzionali. "Grazie al mondo scientifico, della scuola e della cultura e grazie alle forze politiche che si sono battute per ristabilire il primato della salute collettiva".

"Ieri, durante le audizioni - ricorda - i medici, i pediatri e gli esperti degli Istituti superiori di sanità avevano contestato nel merito le ragioni di una scelta che metteva a rischio la salute dei bambini".

Due le principali motivazioni espresse dalla Commissione: la considerazione che "sarebbe sicuramente preferibile rimodulare le disposizioni in materia di prevenzione vaccinale intervenendo con una disciplina organica, attraverso un progetto di legge di iniziativa parlamentare, da esaminare in modo approfondito e compiuto presso entrambi i rami del Parlamento, anziché con una disposizione di proroga inserita nel testo di un Decreto legge dal contenuto molto articolato". Per questo motivo si è deciso di affrontare questo lavoro nello strumento del ddl liberando il Milleproroghe, che assolve a funzioni diverse, da questa incombenza.

Sui vaccini obbligatori il governo ci ripensa, reputandoli obbligatori per la frequenza a scuola sia per i nidi sia per l'infanzia (anche se è spuntato un emendamento al Milleproroghe sull'obbligo vaccinale che prorogherà fino a marzo la possibilità di presentare l'autocertificazione per l'anno scolastico al via in questi giorni). "Il nuovo disegno di legge -aggiunge Baldino- sui vaccini sarà in grado di definire un quadro normativo completo e coerente, che andrà di pari passo con l'istituzione dell'indispensabile Anagrafe vaccinale". L'obiettivo è appunto individuare, a livello nazionale, eventuali casi di falsificazione della documentazione, sia che si tratti di autocertificazioni sia di certificati da parte delle asl di competenza.

Le verifiche - spiega ancora l'agenzia di stampa - sono partite anche in seguito al post di una mamma che nelle scorse settimane ha scritto su Facebook dando indicazioni su come fare per produrre un'autocertificazione falsa. I risultati dei controlli effettuati verranno comunicati con ogni probabilità già in giornata ai Nas di Roma, dopodiché avrà inizio il controllo della documentazione incrociando i dati raccolti in scuole e Asl.

Altre Notizie