Sabato, 20 Ottobre, 2018

Il dietrofront dei Cinquestelle sui vaccini: resta l'obbligo

La maggioranza fa marcia indietro sui vaccini Vaccini, la maggioranza fa dietrofront: pronto l’emendamento, resta l’obbligo per…
Machelli Zaccheo | 06 Settembre, 2018, 19:46

All'inizio di luglio il governo aveva tentato di reintrodurre la possibilità di autocertificazione con una circolare ministeriale, ma numerosi presidi avevano annunciato che non ne avrebbero tenuto conto, poiché una circolare ministeriale non può modificare una legge come il decreto Lorenzin (che gli è gerarchicamente superiore).

Roma - Dietrofront della maggioranza sui vaccini, che sbarra nuovamente la porta d'ingresso di materne ed asili ai bambini non vaccinati. Un emendamento presentato dalla senatrice pentastellata Paola Taverna (6.10) e uno identico di Sonia Fregolent della Lega (6.11) avrebbero rinviato all'anno scolastico 2019/2020 l'obbligo di vaccinazione per l'iscrizione alle scuole dell'infanzia previsto dal decreto Lorenzin, che è oggi in vigore. "L'emendamento della sospensione dell'obbligo vaccinale mi sembrava un provvedimento poco meditato e che sarebbe intervenuto a scuole già aperte". "Credo che tutte le leggi siano migliorabili - ha sottolineato - ciò vale anche per l'obbligo vaccinale".

Le vaccinazioni che sono invece raccomandate e gratuite per i minori di età compresa tra zero e sedici anni, sempre in base alle specifiche indicazioni del Calendario vaccinale nazionale, sono: anti-meningococcica B, anti-meningococcica C, anti-pneumococcica, anti-rotavirus, HPV. Con quell'emendamento - ora annullato - si rendevano nulli gli effetti della legge Lorenzin che ha introdotto nella scorsa legislatura l'obbligo vaccinale. "Si tratta di una clamorosa retromarcia e di una straordinaria vittoria della buona politica, della scienza e del buon senso".

Una svolta commentata indirettamente dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, nel suo intervento all'apertura del meeting "Le due culture" nel centro di ricerca Biogem, ha affermato come "nei confronti della scienza non possiamo esprimere indifferenza o diffidenza verso le sue affermazioni e i suoi risultati". E' quanto si legge nella proposta di parere di Vittoria Baldino, relatrice M5S del decreto Milleproroghe.

CONTROLLI DEI CARABINIERI - Intanto sono in corso in tutta Italia controlli da parte dei carabinieri dei Nas nelle scuole per verificare la veridicità della documentazione presentata dalle famiglie in merito alle vaccinazioni obbligatorie per legge per la frequenza scolastica. L'attività, nata da un'idea condivisa con il ministero della Salute, è partita in coincidenza della riapertura degli asili e delle materne ma riguarda anche alcuni istituti comprensivi, dove le lezioni non sono ancora ripartite ma i documenti relativi all'assolvimento degli obblighi vaccinali sono già stati presentati. L'obiettivo è individuare eventuali casi di falsificazione della documentazione, sia che si tratti di autocertificazioni sia di certificati da parte delle asl di competenza. "E' il ddl che abbiamo già depositato e di cui - annuncia - si inizierà l'esame nel più breve tempo possibile".

Altre Notizie