Sabato, 15 Dicembre, 2018

"Bimbi non immunizzati fuori da scuola" Vaccini, i Nas verificheranno i certificati

Milleproroghe, vaccini obbligatori: dietrofront del governo La maggioranza fa marcia indietro sui vaccini
Machelli Zaccheo | 06 Settembre, 2018, 01:13

Lo scorso 3 agosto il Movimento 5 stelle e la Lega avevano presentato un emendamento al fine di consentire ai bambini non vaccinati di accedere ai nidi e alle scuole materne, rimandando all'anno scolastico 2019-2020 gli effetti della legge Lorenzin.

Una svolta commentata indirettamente dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, nel suo intervento all'apertura del meeting "Le due culture" nel centro di ricerca Biogem, ha affermato come "nei confronti della scienza non possiamo esprimere indifferenza o diffidenza verso le sue affermazioni e i suoi risultati".

Va da sé che, ai fini dell'accesso al servizio scolastico, rimane salva la possibilità di documentare l'adempimento mediante la certificazione degli uffici sanitari ovvero attraverso l'esibizione della fissazione dell'appuntamento per la vaccinazione. Previsione che avrebbe disinnescato la legge Lorenzin, cancellando per quest'anno il divieto di iscrizione ai bambini non vaccinati. "Non è questo il cambiamento di cui l'Italia ha bisogno".

"Si tratta di una scelta saggia". Lo ha detto all'Agi, Gianni Rezza, epidemiologo e direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità. Resta quindi in vigore la legge Lorenzin e con essa l'obbligo vaccinale.

Presidi e pediatri soddisfatti: "Parlamento ci ha ascoltato" Il Presidente dell'ANP (associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola) Antonello Giannelli, ed il presidente della SIP (società italiana di pediatria) Alberto Villani, dichiarano il loro pieno apprezzamento per la sensibilità dimostrata dal Parlamento nei confronti delle richieste presentate ieri nel corso dell'audizione nell'ambito dell'esame del Milleproroghe. L'emendamento Baldino-Bompane, infatti, che sopprime all'articolo 6 del decreto Milleproroghe il comma 3-octie, recepisce le richieste più volte reiterate da ANP e SIP. Il capogruppo del Pd al Senato, Andrea Marcucci, parla di vittoria "della scienza contro i pregiudizi oscurantisti del governo", mentre l'ex sottosegretario - prima all'Istruzione e poi alla Salute - Davide Faraone si dice "felice" per quella che definisce una "vittoria delle famiglie, dei medici, della scuola e del Pd in difesa dei bambini: i ministri Busetti e Grillo dovrebbero vergognarsi per questo caos". L'attività, nata da un'idea condivisa con il ministero della Salute, è partita in coincidenza della riapertura degli asili e delle materne ma riguarda anche alcuni istituti comprensivi, dove le lezioni non sono ancora ripartite ma i documenti relativi all'assolvimento degli obblighi vaccinali sono già stati presentati.

Altre Notizie