Mercoledì, 15 Agosto, 2018

Moto Gp, Valentino Rossi: "Il circuito Austria mai molto positivo per noi"

MotoGP Rossi: MotoGP Austria: Rossi e un circuito che non gli sorride
Cacciopini Corbiniano | 10 Agosto, 2018, 19:54

Lo spagnolo è secondo nel mondiale Moto3 a 3 punti dal leader Bezzecchi. "La Yamaha ha un modo di lavorare per piccoli passi, quindi non mi aspetto delle novità incredibili alla svelta". Ho girato con il secondo prototipo ma non mi trovavo bene.

Non c'è grande feeling tra l'Austria e la Yamaha. La moto di quest'anno, però, è migliorata: "cercheremo di fare un buon week end, dare il nostro meglio e lottare per il podio".

Rossi ricorda anche il suo ex direttore generale della Yamaha, Masao Furusawa, su questo tema: "Tecnicamente, Furusawa è stato un vero punto di riferimento per me". Serve tempo, ma è anche vero che le lacune tecniche vanno avanti da oltre un anno solare, dalla modifica della carcassa Michelin risalente al Mugello 2017. "In Repubblica Ceca abbiamo aumentato il gap nel mondiale come desideravamo, ma sono rimasto un po' deluso per la velocità dei piloti Ducati, che erano imprendibili - dice Marc -". Il Dottore non smette di crederci "Hai bisogno di persone che a volte corrono un rischio. E nemmeno nel flag to flag, che non è esattamente il mio campo".

Dopo il tiratissimo quarto posto di Brno, Valentino Rossi cerca le giuste motivazioni per il GP d'Austria. Penso che potremmo tenere il passo con la Ducati sul bagnato. Il Red Bull Ring si rivelerà una delle piste più ostiche del campionato, i rettilinei saranno pane duro per la M1 in difficoltà di trazione e alle prese con gli immani problemi di elettronica.

Altre Notizie