Lunedi, 22 Ottobre, 2018

Trump: 'Chi fa affari con l'Iran non li farà con noi'

Trump minaccia l'Iran. Tornano le sanzioni Usa Usa: scatta primo round di sanzioni contro Iran. Vittima anche l'Italia
Evangelisti Maggiorino | 09 Agosto, 2018, 14:12

L'Amministrazione Trump ha detto nelle ultime settimane che lo scopo principale della sua azione è quello di fare pressione sulle nazioni del mondo affinché smettano di comprare petrolio dall'Iran, nel tentativo di costringere, quindi, Teheran a fermare i suoi programmi nucleari e missilistici e il coinvolgimento nei conflitti regionali in Siria e Iraq.

La prima tranche di sanzioni americane prevede blocchi su transazioni finanziarie e importazioni di materie prime, e misure che colpiscano i settori dell'auto e altri. Si tratta delle sanzioni più dure mai implementate, e a Novembre raggiungeranno un livello più elevato.

Gli Stati Uniti hanno annunciato ufficialmente che dalla mezzanotte verranno nuovamente introdotte alcune sanzioni contro l'Iran che erano state rimosse dopo l'accordo sul nucleare del 2015 che prevedeva la sospensione graduale e condizionata delle sanzioni internazionali imposte alla Repubblica islamica in cambio della garanzia che Teheran non acquisirà armi nucleari (questa la condizione principe dell'accordo sul nucleare iraniano, arrivato dopo 12 anni di crisi tra Occidente e Iran e al termine di due anni di negoziati e firmato il 14 luglio 2015 a Vienna da Regno Unito, Francia, Stati Uniti, Russia, Cina e Germania). In un'intervista rilasciata durante il suo viaggio a Wellington, in Nuova Zelanda, Mogherini ha spiegato che spetta agli europei decidere con chi vogliono commerciare.

Con la reintroduzione di sanzioni il presidente americano Donald Trump vuole fare "una guerra psicologica" contro l'Iran. L'avvertimento è anche all'Unione Europea: chi non si adegua alla volontà di Washington rischia una pesante rappresaglia. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Altre Notizie