Giovedi, 13 Dicembre, 2018

Vaccini "spacca-M5S", i vertici contro il consigliere Barillari

Davide Barillari consigliere regionale del M5s nel Lazio "La politica prima della scienza": il post di Barillari imbarazza persino i grillini
Machelli Zaccheo | 08 Agosto, 2018, 19:28

Ma il consigliere regionale dei Cinquestelle Davide Barillari non rappresenta il suo movimento. I politici - scrive il pentastellato - devono ascoltare la scienza, collaborare, non farsi ordinare dalla scienza cosa è giusto e cosa è sbagliato, accettando le parole della scienza mainstream come dogmi religiosi. Il consigliere M5S Davide Barillari scatena con un post controverso l'ira dell'opinione pubblica, costringendo i vertici dell'M5S a prendere le distanze. Senza nuovi impianti e puntando solo sulla differenziata che però non decolla, il TMB di Salario è oltre i limiti, lo sanno bene gli abitanti dei dintorni, e portare fuori Regione i rifiuti ha costi esorbitanti. A questo siamo arrivati.

Davide Barillari, consigliere regionale del Lazio per il Movimento 5 Stelle e primo sostenitore delle nuove regole volte a togliere l'obbligatorietà dei vaccini, si è esposto alle feroci critiche dei cittadini dopo aver condiviso su Facebook un post ricco di provocazioni.

Scienziati intelligenti contro politici ignoranti?Quando si è deciso che la scienza fosse più importante della...

"Ci hanno dispensato sotto la definizione di "scienza" le LORO SCELTE POLITICHE- continua ancora Barillari-: valori soglia, immunità di gregge, obbligo, ricerche post-marketing, analisi prevaccinali, emergenze infettive, dosi e monodosi vaccinali, tempi di produzione e somministrazione, calendario vaccinale".

"Gli scienziati dello stampo di Burioni, cioè legati a doppio filo sia alle multinazionali del farmaco che ai partiti del passato bocciati alle urne dagli italiani, sono davvero convinti di detenere l'unica verità possibile, eterna ed inconfutabile; e sono davvero convinti che la politica si debba inchinare supinamente a loro", attacca il consigliere grillino. "La linea del Movimento sui vaccini è quella messa nero su bianco nel contratto di governo votato dagli iscritti e portata avanti dal ministro della Salute Giulia Grillo".

Le affermazioni di Barillari hanno portato ad una levata di scudi anche dal Pd: parla infatti di dichiarazioni "inquietanti", rilevando come "la presa di distanza del M5s è tardiva e imbarazzante", la vicepresidente vicaria dei deputati Pd, Alessia Rotta.

Altre Notizie