Mercoledì, 19 Dicembre, 2018

Due neonate morte di pertosse a Bergamo, le madri non erano vaccinate

Pertosse, due neonate morte nel Bergamasco. Burioni: Due neonate morte di pertosse a Bergamo, le madri non erano vaccinate
Machelli Zaccheo | 04 Agosto, 2018, 21:53

Battaglie politiche a parte, l'ignoranza che avvolge la problematica dei vaccini è comunque enorme. La seconda, di un mese e tre giorni, è arrivata a Bergamo dopo un primo ricovero a Treviglio: anche in questo caso i dottori l'hanno sottoposta a tutte le terapie possibili, applicando anche una macchina che si sostituisce a cuore e polmoni del neonato. Si è scoperto infatti che le due mamme avevano contratto entrambe la malattia. Il problema è soprattutto per i bambini molto piccoli.

Le complicazioni sono arrivate subito dopo il parto, a pochi giorni dal loro arrivo a casa.

Il virologo Roberto Burioni ha commentato la vicenda delle due neonate morte di pertosse, evidenziando la necessità di vaccinare le madri. "Questo è il caso del vaccino contro la pertosse, dove addirittura la malattia stessa non fornisce una protezione permanente". "Il vaccino acellulare è efficace in quasi il 90% dei vaccinati, ma l'immunità tende a svanire con il tempo".

"A causa di questa minore efficacia del nuovo vaccino, e pure a causa delle mancate vaccinazioni, i casi di pertosse stanno aumentando - prosegue sul suo profilo Facebook il dottor Burioni -". Possiamo però proteggerli ugualmente - ha ricordato Burioni -: prima di tutto dobbiamo vaccinare la madre in gravidanza, affinché abbia anticorpi da trasmettere; poi dobbiamo vaccinare i bambini tempestivamente e senza ritardi, in modo che quanto prima possano difendersi da soli da questa minaccia. Le madri non erano vaccinate.

Le due bambine morte a causa della pertosse provenivano da zone diverse della provincia, lontane tra loro decine di chilometri, e si sono ammalate a distanza di oltre un mese l'una dall'altra.

L'altra piccola deceduta invece era stata inizialmente ricoverata ad Alzano lombardo, dove la madre, di origini rumene, si era recata per partorire. A quanto si apprende da fonti regionali, le neonate, una di Seriate e l'altra di Treviglio, erano state trasferite solo in un secondo tempo nell'ospedale di Bergamo, centro di riferimento per l'Ecmo pediatrica (macchina cuore-polmoni), ma non ce l'hanno fatta. Non è da escludere che entrambe le mamme erano malate senza saperlo, con la pertosse scambiata per una semplice bronchite.

Due neonate di meno di due mesi sono morte a causa della pertosse all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. La malattia viene trasmessa da un batterio, la Bordetella pertussis, che per i bambini al primo anno di vita può essere fatale.

Altre Notizie