Mercoledì, 15 Agosto, 2018

De Laurentiis: "Contestazioni? Non mi posso preoccupare dei dissidenti"

Napoli: tifosi contro acquisto del Bari Bari, ecco De Laurentiis. "In Serie A velocemente. Napoli? Niente commistioni"
Cacciopini Corbiniano | 03 Agosto, 2018, 05:26

Ho allora sentito il sindaco Decaro. È però assurdo che il sindaco Decaro abbia dato il club, o meglio la nuova versione del club, in mano ad Aurelio De Laurentiis, che ha così battuto gli altrettanto astuti Lotito e Preziosi, ma anche cordate locali (in una c'era anche il nostro idolo Maiellaro, uno dei più grandi talenti inespressi del calcio italiano) e straniere, con gli immancabili americani e russi. Non è solo un titolo ma un pezzo importante della città barese. "De Laurentiis ha annunciato di aver acquistato la Ssc Bari". Poi conclude: "Proveremo a iscriverci a un campionato di categoria superiore, seguendo le regole". Ma per prima cosa chiediamo il rispetto e la passione. "Non abbiamo scelto un tifoso, ma un imprenditore".

Il patron biancoazzurro ha voluto poi fugare ogni dubbio sui timori che Bari possa diventare una specie di società satellite del Napoli: "I tifosi devono stare tranquilli, Bari non sarà mai un'appendice del Napoli". Della commissione istruttoria esaminatrice degli undici progetti pervenuti fanno parte: Davide Pellegrino, direttore generale del Comune, Pompeo Colacicco, direttore della ripartizione Urbanistica del Comune, Giuseppe Ninni, direttore della ripartizione Ragioneria del Comune, Domenico Costantino, accademico dell'Università di Bari, e Roberto Maffei, dentista ed ex capo ultras della curva nord del Bari. Hanno un concetto di possesso che si è modificato negli anni.

Il futuro del Bari è delineato. Dobbiamo fare una lunga cavalcata per tornare in Serie A, dobbiamo fare dei cambiamenti per far sì che si possano avere due squadre in massima serie. Ero in ritiro a Dimaro, quando mi si presentò questa possibilità. Volendo trovare il pelo nell'uovo, mancano le sciarpe e le bandiere biancorosse, ma l'impressione che si ha camminando per le strade della città è che impiegheranno presto a fare capolino. Entrambe le squadre hanno la loro storia che va rispettata, io ho provato a garantire le competenze e la solidità economica. "Vogliamo creare un sodalizio fra città e tifosi".

Altre Notizie