Mercoledì, 15 Agosto, 2018

Alessio Figalli riporta in Italia il Nobel della Matematica

Evangelisti Maggiorino | 03 Agosto, 2018, 03:09

E' il secondo italianoa ricevere l'ambito riconoscimento dopo 44 anni di assensa del tricolore.

L'annuncio è stato dato a Rio de Janeiro, in apertura del Congresso internazionale dei matematici, in programma fino al 9 agosto. Il riconoscimento, della portata di un Nobel, "è un grande stimolo per il futuro, che mi motiverà a continuare a lavorare nei miei settori di ricerca per cercare di produrre studi di altissimo livello".

Soddisfazione, emozione e soprattutto un grande debito di riconoscenza, da parte di Figalli, all'Italia e in particolare alla Scuola Normale di Pisa: "la medaglia Fields premia la continuità di un lavoro che si è protratto nel tempo a partire dall'anno della laurea a Pisa e del dottorato di ricerca tra Pisa e Lione". Figalli ha infatti ottenuto un PhD in Italia e Francia, ha vinto una borsa di ricerca al Cnr francese ed è diventato professore a Austin, in Texas, e infine al Politecnico di Zurigo. Lui è nato il 2 aprile del 1984 a Roma, da madre romana e padre napoletano, e si è diplomato nel liceo classico 'Vivona' nella Capitale.

Alessio Figalli, un brillante matematico italiano di 34 anni, si è appena aggiudicato la Medaglia Fields, uno dei più importanti riconoscimenti mondiali per i matematici sotto ai 40 anni.

Alessio Figalli, l'italiano a cui è stato conferito il prestigioso premio.

"Conosco Alessio Figalli come un matematico estremamente creativo e una persona aperta e comunicativa", ha aggiunto Guzzella.

Figalli ha frequentato l'istituto dove ha insegnato anche la madre che ha la sede centrale all'Eur, in via della Fisica. "Può inoltre avere un grande impatto come ambasciatore per la matematica". E c'è un tratto che li accomuna, l'aver studiato o insegnato alla Scuola Normale di Pisa.

Una conferma dell'eccellenza italiana: rappresenta questo, per il direttore Scuola Normale Superiore di Pisa, Vincenzo Barone, l'assegnazione della medaglia Fields ad Alessio Figalli.

Insomma una carriera straordinaria, nella quale tra l'altro ha prodotto anche 119 studi, contando solo quelli pubblicati. "Alla Normale - prosegue Barone - Figalli ha trovato i suoi maestri, che presto sono diventati suoi 'pari'".

La medaglia Fields - che porta con sé un premio da quindicimila dollari canadesi, una cifra quasi simbolica rispetto al milione di dollari Usa che si assegna per un Nobel - riporta su una faccia il volto di Archimede e la frase latina Transire suum pectus mundoque potiri, che significa "trascendere i propri limiti e dominare l'universo"; sull'altra faccia la 'dedica' al vincitore dai matematici di tutto il mondo, oltre alla sfera di Archimede inscritta in un cilindro.

Altre Notizie