Mercoledì, 15 Agosto, 2018

Meteo, bollino rosso per il caldo a Pescara

L'ondata di caldo continuerà anche ad agosto Previsioni Piemonte fine luglio inizio agosto | Caldo africano
Evangelisti Maggiorino | 03 Agosto, 2018, 00:11

L'allarme riguarderà oggi Bologna, Bolzano, Genova, Perugia e Pescara. Con particolare riferimento all'Emilia-Romagna, i numeri hanno evidenziato una prima settimana di agosto infuocata che, probabilmente, verrà ricordata a lungo per l'ondata di calore più intensa da quando si effettuano registrazioni.

Inoltre il 'bollino arancione' è previsto sia martedì che mercoledì a Brescia, Frosinone, Latina, Milano, Roma, Torino, Verona e Viterbo.

La settimana più calda dell'estate. E per trovare ristoro si deve salire molto in alto: a tremila metri di quota vengono toccati i 15 gradi, mentre sulla Cima Libera, a 3.399 metri, la massima è comunque di 10 gradi.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it avvisa che il dominio anticiclonico potrebbe durare almeno fino al prossimo weekend, il primo del mese di agosto, con primo temporali che potrebbero arrivare nella giornata di domenica. Rispetto agli ultimi giorni, tuttavia, l'atmosfera si presenterà più instabile sin dal mattino.

In città sono stati registrati 34,7 gradi dalle centraline dell'Aero Club e dell'Università. A Rieti, infine, le autorità sanitarie segnalano un lieve aumento degli accessi in ospedale per malori, soprattutto tra gli anziani. Giorno dopo giorno, spiegano gli esperti del Centro Epson meteo, "il caldo afoso notturno tenderà a intensificarsi, con valori che anche all'alba faranno fatica a scendere addirittura sotto i 25 gradi in diverse località di mare e di pianura del Centro Nord". Gli effetti dell'anticiclone saranno principalmente forti temporali improvvisi, che potrebbero causare ingenti danni a causa della loro intensità ed essi interesseranno nella giornata di domani la fascia nord-occidentale del paese, mentre nella giornata di venerdì le regioni meridionali, soprattutto Campania, Calabria e Sicilia.

Il grande caldo e i condizionatori d'aria sempre accesi spingono al massimo i consumi di elettricità: hanno toccato il nuovo record di quest'anno a 56.400 MW. E' quanto si evince dai grafici di Terna.

Altre Notizie