Martedì, 18 Dicembre, 2018

Stasera Marte sarà alla minima distanza dalla Terra

Il 31 luglio 2018 Marte raggiunge la distanza minima dalla Terra 2018 Marte raggiunge la distanza minima dalla Terra
Acerboni Ferdinando | 02 Agosto, 2018, 21:54

E ora Marte tornerà a essere nuovamente il protagonista di questa ultima giornata di luglio: infatti, intorno alla mezzanotte di oggi il pianeta si troverà alla minima distanza dalla Terra, ed esattamente a 57.590.630 chilometri. Il 31 sera il Pianeta Rosso sarà ben visibile a partire dal tramonto: sorgerà verso Sud-Est, pochi gradi al di sotto della Luna, nella costellazione del Capricorno. Per bissare quell'incontro così ravvicinato bisognerà attendere il 2287, ma già nel 2035 si verificherà la prossima opposizione perielica (o grande opposizione).

Dopo averlo visto in congiunzione con la Luna nella bellissima notte dell'eclissi totale più lunga del secolo, Marte torna a dare spettacolo nel cielo notturno questa sera, 31 luglio, quando sarà alla minima distanza dalla Terra. Marte, inoltre, continuerà a essere abbastanza visibile fino a metà agosto, quando la sua luminosità inizierà a diminuire e comincerà ad allontanarsi dalla Terra.

Pronti ad alzare nuovamente gli occhi al cielo? "Se così fosse - puntualizza la Nasa - sulla Terra avremmo enormi problemi legati all'attrazione gravitazionale di Marte e Luna insieme". Le distanze minime, però, non sono sempre le stesse, ma variano a seconda dell'attrazione gravitazionale di Giove.

A partire dalle 19.00 e fino alle 22.30 su Ansa Scienza e Tecnica l'osservazione di Marte in diretta con la tv della Nasa, sarà possibile ammirare questo spettacolo che ci offre gratis la magia della natura.

In queste occasioni, si possono lanciare nuove missioni: la vicinanza rende il viaggio più breve. Si tratta di un'occasione di studio importante per gli astronomi.

La Nasa invece vuole precisare che: "Non è vero che questa sera Marte apparirà grande come la Luna". Il 27 agosto 2003 alle 9:51:13 UT Marte si è trovato infatti vicino alla Terra come mai in quasi 60.000 anni: 55.758.006 chilometri. L'eccezionale scoperta è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista Science e presentata da Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), università Roma Tre, Sapienza e Gabriele d'Annunzio (Pescara), Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).

Altre Notizie