Domenica, 21 Ottobre, 2018

Ancona, voli cancellati e niente rimborsi: Codacons denuncia Ryanair per truffa

Guerra dei cieli: Codacons contro Ryanair Mancati rimborsi, esposto in 28 Procure RAGUSA - Voli cancellati da Ryanair in tutta Italia: denuncia penale del Codacons anche alla procura di Ragusa
Esposti Saturniano | 29 Luglio, 2018, 02:58

Lo afferma il Codacons, commentando le conseguenze dello sciopero dei dipendenti Ryanair per i viaggiatori italiani. Protagoniste, le associazioni di categoria a difesa dei diritti dei consumatori.

Sono state 132, complessivamente, le cancellazioni di voli seguite allo sciopero del personale navigante e il direttore marketing della compagnia, incredibilmente, ha annunciato che non concederà alcuna compensazione pecuniaria ai passeggeri. Il Regolamento stabilirebbe - per il Condacons - infatti "risarcimenti da 250 a 600 euro a passeggero in caso di ritardi superiori alle 3 ore o cancellazioni dei voli".

Il Codacons chiede alle Procure di Catania, Palermo e Ragusa (territorialmente competenti per gli scali dove opera la compagnia irlandese) di aprire un'indagine penale sulla compagnia area alla luce del comportamento assunto dal vettore e ha attivato una task force di legali per fornire assistenza ai passeggeri coinvolti nei disagi. In regione, interessate anche le procure di Parma e Bologna. Nella lettera datata 26 luglio, Dublino - di cui La Stampa è venuta in possesso - si legge: "Tutte le assenze sono registrate e sono prese in considerazione insieme a tutti i fattori rilevanti di performance per valutare promozioni e opportunità di trasferimento". Infine l'associazione si rivolge alla Polizia Postale chiedendo di "oscurare la pagina del sito Ryanair che fornisce informazioni sul foro legale competente (Irlanda) perché potrebbe indurre in errore i consumatori lasciando loro credere che qualsiasi azione giudiziaria sia da intraprendere nel paese dove ha sede la compagnia".

Sono proprio Filt Cgil e Uiltrasporti ad aver proclamato lo sciopero di 24 ore di oggi, che si inserisce nel quadro dello stop europeo e che riguarda anche Belgio, Spagna e Portogallo.

Federconsumatori Bergamo condivide la scelta della propria Associazione che, a livello nazionale, è intervenuta nei confronti di ENAC in seguito alla nuova ondata di cancellazione dei voli da parte di Ryanair.

Altre Notizie