Lunedi, 17 Dicembre, 2018

FCA, Mike Manley sostituirà Sergio Marchionne

F1, Marchionne potrebbe versare in condizioni ben più gravi: coma e tumore per l'ex presidente della Ferrari? Sergio Marchionne sta male, nuovo AD è Mike Manley
Esposti Saturniano | 27 Luglio, 2018, 05:13

Occhi puntati domattina in Borsa sui titoli della galassia Fiat dopo l'improvviso addio di Sergio Marchionne alla guida del gruppo per l'aggravarsi delle sue condizioni di salute. Marchionne ha anche rotto con le regole sindacali e con Confindustria creando ritmi di lavoro più pesanti e ritagliandosi la sua libertà.

Sergio Marchionne ha avuto per quattordici anni due aziende automobilistiche che versavano in pessime condizioni e mediante una politica economica non poco aggressiva ha ridato nuova linfa creando la Fiat Chrysler Automobile e portando queste due aziende sono in grado di affrontare molto bene le sfide che un mercato globale con molti colossi automobilistici possano portare. La scelta di John Elkann di coprire tutti i posti disponibili è stata necessaria perché un'azienda di questo tipo non può rimanere senza dirigenza.

La rivista di motori Automotive News indica in Louis Carey Camilleri, membro del board Ferrari ed ex presidente della Philip Morris International Inc., il successore di Marchionne nella carica di amministratore delegato della casa di Maranello e John Elkann come presidente. "Il mio primo pensiero va a lui e alla sua famiglia". Per tanti Sergio è stato un leader illuminato, un punto di riferimento ineguagliabile. Certo è che si tratta di una uscita abbastanza clamorosa, considerato il peso che aveva il dirigente (considerato una sorta di "ministro degli Esteri" del gruppo) all'interno della società. Per me è stato una persona con cui confrontarsi e di cui fidarsi, un mentore e soprattutto un amico. "Ci ha insegnato ad avere coraggio, a sfidare lo status quo, a rompere gli schemi e ad andare oltre a quello che già conosciamo".

Nel frattempo, al fine di garantire pieni poteri e continuità all'operatività aziendale, Manley ha ricevuto dal consiglio le deleghe ad operare immediatamente come CEO con l'obiettivo di lavorare alla realizzazione del piano di sviluppo 2018-2022 presentato a Balocco il 1° giugno scorso. Parole che lasciano pensare ma su cui non c'è nessuna certezza ufficiale. Una brevissima dichiarazione in occasione della consegna della prima Jeep destinata all'arma dei carabinieri. Il cda sottolinea "la leadership e l'impegno straordinari che Marchionne ha dedicato all'azienda".

Altre Notizie