Domenica, 21 Ottobre, 2018

F1: Mercedes, Aldo Costa lascia. Nel 2019 sarà consulente

Aldo Costa Mercedes Aldo Costa Mercedes
Cacciopini Corbiniano | 15 Luglio, 2018, 00:56

Aldo Costa ha deciso di assumere il ruolo di Technical Advisor dal 2019, per trascorrere più tempo con la propria famiglia in Italia.

Prima di approdare alla Mercedes, Costa aveva ricoperto il ruolo di direttore tecnico della Ferrari dal 2008 al 2011. Costa, alla Mercedes dal 2011, collaborerà comunque con il team di Brackley in qualità di consulente tecnico. Qui le motivazioni sono però diverse: Mark infatti vuole prendersi un anno sabbatico. "Sono felice di passare il testimone nelle mani capaci di John e James e continuare a sostenere la nuova organizzazione come consulente tecnico per garantire prosperità nel futuro del team".

Subentreranno John Howen (che risponderà al direttore tecnico James Allison) e Loic Serra.

Il team principal Mercedes Toto Wolff ha così commentato gli importanti piani futuri della casa con la stella a tre punte: "Questo è un momento significativo per il nostro Team e una grande opportunità". "Sapevamo che non era possibile congelare un organigramma vincente come quello che abbiamo avuto e mi inorgoglisce constatare che saremo in grado di consegnare il testimone senza problemi alla prossima generazione di figure leader del team". Sin dai primi giorni del 2013, Aldo e io abbiamo condiviso molte cene a Oxford, come 'esuli' europei, così come alcuni giorni meravigliosi al volante della Mille Miglia dell'anno scorso. "Aldo non è solamente una persona eccezionale, ma anche un elemento che mi ha insegnato tanto sulla Formula Uno e sull'umiltà necessaria per avere successo". È stato un vero partner e mi mancheranno le nostre discussioni. "Entrambe le figure hanno contribuito a definire i tempi e le modalità di questi cambiamenti e sono fiducioso che l'avvenire della squadra sarà brillante con John, Loic e la nostra intera leadership tecnica che lavorerà sotto la direzione di James". "Gli ultimi sette anni con Mercedes sono stati un'esperienza straordinaria", ha dichiarato invece Aldo Costa, "non solo dal punto di vista del successo professionale ma anche un'esperienza di vita che ha arricchito me e la mia famiglia e ci ha consentito di maturare una mentalità più aperta e internazionale". Sono occorse poche settimane per stabilirmi nel team e dedicarmi a questa nuova sfida. La ragione che ha reso tutto ciò molto facile è stata l'attitudine dei miei colleghi, con il loro meraviglioso benvenuto, con il loro rispetto e l'approccio collaborativo che ho sempre trovato all'interno della squadra.

Altre Notizie