Lunedi, 19 Novembre, 2018

Nave Diciotti, Salvini: Do il porto ma fatemeli arrestare

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ospite della trasmissione Agor Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ospite della trasmissione Agor
Esposti Saturniano | 11 Luglio, 2018, 22:15

"E quindi io - prosegue il responsabile del Viminale - non darò autorizzazione a nessun tipo di sbarco finché non ci sarà garanzia per la sicurezza degli italiani che delinquenti, che non sono profughi, che hanno dirottato una nave con la violenza, finiscano per qualche tempo in galera e poi vengano riportati rapidamente nei loro paesi". L'immigrazione alla mare nostrum, alla Renzi, alla 600mila sbarchi porta alle tendopoli di San Ferdinando dove c'è la giungla e c'è l'illegalità e non è l'idea di Italia che ho in testa. Sembra che il primo soccorso sia avvenuto nella notte fra il 4 e il 5 luglio, poche ore dopo che il gommone di disperati in fuga dal conflitto sudanese - che ha fatto 100 mila morti e messo in fuga due milioni di persone - era partito da Garabulli, uno dei principali centri libici della tratta di uomini. "Giovedì porterò al tavolo europeo di Inssbruck la richiesta italiana di bloccare l'arrivo nei porti italiani delle navi delle missioni internazionali presenti nel Mediterraneo". Lo rende noto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini che la prossima settimana parteciperà al primo vertice dei ministri degli interni Ue nel corso del semestre a presidenza austriaca. "L'apertura - osserva - è la sua ricchezza".

Il Ministro dell'interno Matteo Salvini deve vedersela anche contro i Creative Fighter, un gruppo di designer e illustratori che si sono riuniti per creare un'opposizione, più efficace di quella politica, in cui l'arte possa comunicare modi di pensare alternativi a quelli della "maggioranza". La parola accoglienza è bella, la parola respingimenti è brutta. Poi accogliere si può declinare in mille maniere. Riguardo alla questione delle Ong, Trenta dice "basta a una eccessiva demonizzazione che non mi convince e non mi piace". I porti maggiormente interessati dagli sbarchi, invece, sono Pozzallo (3107 migranti), Catania (2786 migranti) e Messina (2394 migranti). "Sono rimasti in pochissimi a dire che va tutto bene nell'Unione Europea", "e mentre gli altri stanno precipitando nel consenso come quello di Macron, il governo italiano è il più forte con un consenso altissimo". Mi dispiace deludervi: non ci riuscirete!

Intanto è stato deciso che la nave Diciotti della Guardia Costiera, in viaggio con 67 migranti a bordo recuperati dal rimorchiatore Vos Thalassa davanti alle coste libiche, sbarcherà nel porto di Trapani. Inizialmente il responsabile del Viminale "non era a conoscenza di quel che vi ho detto, pensava fosse il solito intervento di salvataggio mentre, in realtà, era di ordine pubblico" e "pensiamo ci saranno fermi e arresti a carico di chi ha minacciato l'equipaggio".

Altre Notizie