Venerdì, 20 Luglio, 2018

Thailandia, ultime notizie: i ragazzini saranno tutti fuori dalla grotta entro oggi

AP +CLICCA PER INGRANDIRE AP +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 11 Luglio, 2018, 03:04

Secondo gli ultimi aggiornamenti, sono stati portati in salvo 8 ragazzi.

L'odissea dei giovani calciatori, intrappolati con il loro allenatore nella grotta di Tham Luang in Thailandia, non è finita.

Le operazioni di soccorso sono riprese oggi alle 10:08 locali (le 5:08 in Svizzera). Il recupero delle ultime cinque persone - quattro ragazzi e l'allenatore - ancora nella grotta, slitta invece a domani. Tuttavia hanno anche bloccato l'iniziativa della Fifa, che voleva invitare tutta la squadra ai mondiali di Russia 2018, perché i ragazzi necessitano di un periodo di cure per recuperare le forze.

È appena uscito dalla grotta Tham Luang anche il quarto ragazzo del gruppo di oggi, l'ottavo dall'inizio dell'operazione di recupero scattata ieri. Fra i vari team di estricazione speleologica non figurano italiani direttamente coinvolti, ma un po' di Italia c'è: le ambulanze da soccorso ed emergenza di tutto il regno thailandese sono equipaggiate da Spencer, azienda italiana specializzata nella produzione di dispositivi medicali per il trasporto, l'immobilizzazione e l'ossigenazione dei pazienti in emergenza. Se in serata il medico che li segue riterrà soddisfacenti le loro condizioni, un contatto con i genitori non è escluso, ma "senza baci e abbracci" per il timore di infezioni. Tutti stanno prendendo antibiotici e sono nutriti con riso bollito, pane e crema di cioccolato, dopo le gelatine ad alto contenuto energetico e di minerali ma facilmente digeribili con cui sono stati alimentati mentre erano ancora intrappolati per recuperare le forze necessarie a uscire.

L'incontro con i parenti, in attesa all'esterno della grotta, è stato quindi rimandato. In tv e sui social media va in scena l'euforia di un Paese che ha tremato assieme a ogni notizia sui 'cinghialottì giorno dopo giorno, da quando non si sapeva ancora se fossero vivi alla graduale preparazione di un'operazione logistica senza precedenti, estraendo un mare d'acqua con il costante incubo delle piogge monsoniche in arrivo e la possibilità che i ragazzi restassero sepolti vivi per mesi.

Altre Notizie