Venerdì, 20 Luglio, 2018

Morti e sfollati. Il maltempo investe il Giappone

REUTERS REUTERS
Evangelisti Maggiorino | 10 Luglio, 2018, 22:52

I soccorritori stanno fronteggiando le conseguenze provocate da crolli e inondazioni che hanno colpito l'area di Kyoto, Hiroshima e Yamaguchi in seguito alle piogge torrenziali. Gli ordini di evacuazione hanno riguardato un totale di 5,9 milioni residenti in 19 prefetture, con 30mila persone costrette a pernottare nei centri di accoglienza da domenica. Secondo le autorità locali, il numero delle vittime è salito a 100 nelle ultime ore, a cui si devono aggiungere almeno 50 persone disperse. Nel distretto di Mabicho circa 1.200 ettari di terreno risultavano sommersi dall'acqua, con 4.600 case completamente inondate.

Oltre alle abitazioni civili, sono state duramente colpite anche alcune attività industriali. In quest'area del paese, infatti, hanno i loro stabilimenti Mazda Motor Corp. e Daihatsu Motor Co., oltre a una piccola unità produttiva della Toyota Motor Corp. La prefettura di Hiroshima è la più colpita, ma il rischio di ulteriori frane e smottamenti resta altissimo nella maggior parte dell'arcipelago. Il premier Shinzo Abe ha annullato il previsto viaggio in Francia, Belgio, Arabia Saudita ed Egitto, per restare alla guida dei soccorsi. Il premier nipponico sarebbe dovuto partire questo mercoledì per volare prima a Bruxelles, dove era stata concordata la firma per il trattato di libero scambio con l'Unione Europea, e successivamente in visita in Francia. "Esprimiamo le nostre condoglianze a tutti coloro che hanno perso i loro caro", si legge in una nota dell'alto rappresentante Ue per la politica estera, Federica Mogherini e del commissario per gli aiuti umanitari Christos Stylianides.

Altre Notizie