Martedì, 18 Settembre, 2018

Vettel più forte del dolore: "Grazie all'adrenalina". Hamilton attacca: "Tattiche interessanti..."

Vettel LaPresse Formula 1, capolavoro di Sebastian Vettel a Silverstone. Hamilton e Räikkönen
Cacciopini Corbiniano | 09 Luglio, 2018, 15:43

Vettel ottiene così la sua 51esima vittoria in carriera - raggiunto il francese Alain Prost - la 12esima in Ferrari. Gli 11 giri "liberi" successivi alla seconda safety car sono stati qualcosa da infarto sia per gli spettatori più grezzi sia per gli estimatori fini della guida, con quelle manovre tra Valtteri Bottas a difendere la prima posizione e Sebastian Vettel a insidiargliela, fino a soffiarla con un'entrata "di rapina" che non ha ammesso repliche. "Un contatto che è costato 10" di penalità al finlandese. Dalla terza fila le Red Bull Verstappen e Ricciardo, stavolta apparentemente fuori dai giochi, in quarta fila le Haas Ferrari di Magnussen e Grosjean. Continua a leggere qui. Mentre la Ferrari numero 5 si avvicinava indisturbata verso la bandiera a scacchi, Hamilton ha "sorpassato" Bottas, limitando i danni, controllando un oggi grandissimo Raikkonen, che dopo aver superato un Bottas demotivato, si è andato a prendere un meritatissimo podio.

L'ascia di guerra tra le due fazioni è stata per ora sotterrata, in attesa che Ferrari e Mercedes tornino a darsi battaglia in pista a Hockenheim tra due settimane. E così è stato non senza palpitazioni per il box Ferrari, per i centomila di Silverstone, che spingevano un fantastico Hamilton riagganciatosi a Vettel e per i tifosi della Rossa davanti alla tv. Parola di Sebastian Vettel che interrompe la serie di successi di Lewis Hamilton a Silverstone e allunga a + 8 in classifica. Hamilton, alla prima curva centrato dall'auto di Raikkonen, è stato protagonista comunque di una rimonta sensazionale arrivando secondo proprio davanti a Raikkonen (l'inglese, furioso, a fine gara ha rifiutato di stringergli la mano). Sempre meglio della Williams che ha ammesso gravissimo problemi di tipo aerodinamico al retrotreno, scagionando almeno i due piloti.

"Rispetto a ieri il dolore al collo era minore e questo mi ha aiutato, inoltre sono scattato molto bene", ha dichiarato il tedesco che adesso comanda la generale con 171 punti contro i 163 di Ham. Attenzione anche all'attacco dell'altra monoposto di Stoccarda: Bottas si avvicina alla testa della gara occupata da Vettel. Sesto ancora a punti Nico Hulkenberg che salva l'onore della Renault con un ottimo risultato, dopo il disastroso botto del compagno Sainz.

Altre Notizie