Lunedi, 12 Novembre, 2018

Milan, scontro tra Yonghong Li ed Elliott: trovato un nuovo acquirente

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Cacciopini Corbiniano | 09 Luglio, 2018, 02:22

L'ultima dead line però sarà non più procrastinabile: lunedì, alle 9.01 di mattina il Fondo Elliott potrebbe dar via alle proprie volontà, anche se in giornata arrivassero i milioni dovuti, considerandoli oltre il limite pattuito.

Un nuovo modo di vedere la Serie A e la Serie B: scopri l'offerta!

Secondo alcune fonti, i legali dello studio K&L Gates, si troverebbero già in Lussemburgo dove ha sede non solo la Rossoneri Sport, ma anche la Project RedBlack, il veicolo di controllo di Elliott che, materialmente, dovrà avviare la procedura per l'escussione del pegno, che sancirebbe il passaggio del controllo del Milan al fondo USA.

Ora le possibilità sono due: o il fondo americano rilevare il club rossonero dalle sue mani, oppure si procederà a una nuova cessione societaria, per quella che appare come una delle pagine più nere della sua storia. Dal fronte cinese non filtra preoccupazione e questo farebbe immaginare che Mr. Li abbia ancora l'asso nella manica ed entro oggi sapremo tutto.

Se così fosse Gattuso e il suo staff potrebbero operare con relativa tranquillità, anche se i sogni di calciomercato rischierebbero di restare congelati fino all'arrivo di un nuovo proprietario (che potrebbe materializzarsi in tempi brevi o richiedere tempi lunghi), ma non è detto che lo stesso fondo americano alla fine non decida di operare investimenti. La parentesi del magnate cinese rischia quindi di chiudersi dopo poco più di un anno dall'acquisto Milan per 740 milioni di euro dalla Fininvest di Silvio Berlusconi.

Altre Notizie