Giovedi, 15 Novembre, 2018

Giappone, giustiziato autore strage 1995

Tokyo giustiziata setta della strage in metro Shoko Asahara il leader della setta responsabile nel 1995 dell'attacco con il gas sarin nella metro di Tokyo
Evangelisti Maggiorino | 08 Luglio, 2018, 12:26

Shoko Asahara, fondatore e leader del cult Aim Shinrikyo, responsabile degli attacchi compiuti nella metropolitana di Tokyo nel 1995 col gas sarin, è stato giustiziato tramite impiccagione.

Giustiziati in Giappone i sette responsabili della strage alla metro di Tokyo del 20 marzo 1995. Si tratta dell'attacco del Sarin, il peggior attentato avvenuto in Giappone che ha ucciso 13 persone e ferito altre migliaia. La sua condanna era stata decisa nel 2006. La conferma arriva direttamente dal governo giapponese che ha promesso che non "tollererà persecuzioni nei confronti dei membri della setta ancora in carcere o già liberi". Il conto finale fu di 13 morti e circa 6.200 feriti. La prima esecuzione di venerdì è stata quella del leader del gruppo, e della setta, Shoko Asahara. E' stato solo durante il processo, iniziato nel 2004, che ha ammesso la sua colpevolezza e ha affermato di meritare la condanna per ciò che aveva causato. Le udienze dei membri del culto Aum Shinrikyo sono andate avanti per oltre 20 anni con quasi 200 incriminazioni e 12 condanne a morte. I testimoni hanno descritto di aver notato dei pacchi che perdevano gas e che subito dopo hanno sentito dei vapori pungenti colpire i loro occhi.

Il significato del nome può essere tradotto in italiano come "verità suprema". "Sono state rispettate le procedure previste dalle norme in ogni aspetto", ha detto il funzionario del ministero della Giustizia. Dopo aver sposato le tesi apocalittiche e aver compiuto l'attacco del 1995, il gruppo si è dato alla clandestinità, pur mantenendosi operativo sia in Giappone che nel resto del mondo, in particolare in alcuni paesi dell'ex Unione Sovietica.

Altre Notizie