Domenica, 15 Luglio, 2018

Epidemia di listeria in Europa In Italia ritirati minestroni Findus

Listeria monocytogenes, Findus richiama 14 lotti di minestrone surgelato 4 minestroni Findus richiamati per possibile contaminazione da Listeria
Esposti Saturniano | 08 Luglio, 2018, 03:08

La decisione, "volontaria e in via del tutto precauzionale", di richiamare questi prodotti, sottolinea la società "è stata presa a seguito della segnalazione del fornitore Greenyard, della potenziale contaminazione da listeria di una partita di fagiolini, utilizzati in minima parte all'interno dei prodotti oggetto del richiamo". Tutte le confezioni di frutta e verdura surgelata prodotte nell'impianto di trasformazione tra il 2016 e il 2018 sono state quindi ritirate dai supermercati e richiamate.

Findus, i lotti interessati dal ritiro sono: Minestrone Tradizione da un KG (L7311, L7251, L7308, L7310, L7334); Minestrone Tradizione 400g (L7327, L7326, L7304 e L7303); Minestrone Leggeramente Sapori Orientali 600g (L7257, L7292, L7318, L8011) e Minestrone Leggeramente Bontà di semi 600g (L7306). Al momento però, precisa il ministro della Salute Giulia Grillo, "non risultano focolai di Listeria in Italia ed il ritiro dei prodotti è effettuato in via precauzionale". In Germania il mix di verdure Freshona Gemüsemix e il mais dolce venduto dai supermercati Lidl.

Come detto, il rischio di contaminazione da Listeria, dopo aver indotto Findus a ritirare diversi lotti di quattro tipologie di minestrone, ha portato al ritiro di due prodotti Freshona venduti da Lidl esclusivamente in Sicilia. Tra quelli colpiti, riporta la BBC online "i prodotti a marchio proprio di Tesco, Aldi e Sainsbury". L'attuale focolaio è stato ricondotto a prodotti confezionati nello stabilimento ungherese della Greenyard.

Lo ha comunicato la stessa azienda, con una nota sul suo sito internet.

Dalla mucca pazza alle uova al Fipronil, questo, afferma Coldiretti, "è purtroppo solo l'ultimo di una serie di allarmi alimentari. Dimostra l'importanza di una informazione corretta con l'obbligo di indicare in etichetta l'origine dei prodotti che va esteso a tutti gli alimenti, con la necessità di togliere il segreto sui flussi commerciali con l'indicazione pubblica delle aziende che importano i prodotti dall'estero per consentire interventi rapidi e mirati".

L'azienda ha provveduto a bloccare la distribuzione e contestualmente ha attivato le procedure di richiamo dei prodotti dal mercato. Per alcuni tipi di individui (donne incinte, bambini piccoli, anziani e soggetti immunodepressi) la malattia può degenerare in forme anche molto gravi. Così come per i prodotti Findus, il ritiro è a scopo precauzionale e l'elenco preciso è disponibile sul sito ufficiale della Lidl. La Listeria monocytogenes può essere una causa di gravi malattie allo stomaco/intestino (listeriosi) e sintomi simili a un'infezione influenzale. E si invitano anche gli acquirenti, 10 secondo l'azienda, a restituire i prodotti in tutte le filiali Lidl ottenendo un rimborso anche senza la presentazione dello scontrino.

Altre Notizie