Mercoledì, 19 Settembre, 2018

Bacca condanna la Colombia e non fa cambiare idea al Milan

Colombia fuori dal Mondiale Bacca e Uribe minacciati di morte per aver sbagliato i rigori Bacca, quel calcio di rigore testimonia il momento no: contromosse del Milan
Cacciopini Corbiniano | 07 Luglio, 2018, 05:50

"I rigori li sbaglia chi ha il coraggio di calciarli", disse Diego Armando Maradona. Alla selezione colombiana non è bastata la grande parata di Ospina su Henderson per accedere ai quarti di finale, ed è stata condannata dagli errori dal dischetto di Mateus Uribe, centrocampista del Club America, e di Carlos Bacca, attaccante ex Milan. E poco importa se è avvenuta alla lotteria dei calci di rigore, dopo una prestazione all'altezza. Dal 1° luglio scorso il colombiano è ufficialmente di nuovo un calciatore del Milan, visto che il prestito al Villarreal è scaduto e non è stato esercitato il diritto di riscatto.

Proprio i due calciatori in questione, dopo il match sono stati minacciati di morte dai tifosi colombiani.

Il precedente, pesante, in materia, risale al 1994, quando il difensore centrale Andres Escobar, che durante la fase a gironi aveva realizzato una sfortunata autorete contro gli Stati Uniti, fu freddato al ritorno a Medellin, con sei colpi di pistola, in una delle pagine più tristi della storia del calcio colombiano. Non è la prima volta che accade, in quanto già dopo Giappone-Colombia, Carlos Sanchez è stato minacciato a sua volta per aver provocato un rigore a favore dei nipponici.

Altre Notizie