Lunedi, 12 Novembre, 2018

Ronaldo ha ricevuto un'offerta per firmare con la Juventus

Ronaldo, Moggi: «Ha firmato per la Juve, fatte le visite a Monaco». Conferme dalla... Juventus, il titolo balza dell'8% La scommessa sull'arrivo di Ronaldo
Cacciopini Corbiniano | 05 Luglio, 2018, 19:29

Cristiano si sentirebbe trascurato dal Real Madrid, che sarebbe già alla ricerca di un successore, come se volesse anticipare un declino sportivo che in realtà non c'è. Dal gelato al gusto "CR7" disponibile in un bar del capoluogo piemontese fino alle maglie bianconere con il nome dell'asso portoghese che hanno invaso il web, senza dimenticare le tante fake news e i tanti fantomatici avvistamenti.

Nonostante Moggi sia poco convinto del contributo che Cristiano Ronaldo può dare alla Juventus, la suggestione di un suo trasferimento fa sognare praticamente tutti i tifosi bianconeri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Studio di fattibilità e contatti con il giocatore, invece, sembrano essere davvero cosa fatta. È proprio da CR7 che la Juventus vorrebbe ripartire dopo la cocente eliminazione della scorsa edizione della competizione europea ad opera proprio delle merengues. "Hanno parlato anche di quello", si è detto. La Juventus, quindi: alla quale aveva già ammiccato, che ha ritrovato il pedigree per vincere in Europa, che sarebbe nella posizione storica di centrare il colpo. È la convinzione di Luciano Moggi che, su Twitter, dà per certo l'arrivo a Torino dell'attaccante bianconero.

Cristiano Ronaldo è il leader del web.

Il quotidiano spagnolo 'Marca' scrive oggi che Ronaldo, 33 anni, non sarebbe più contento di stare al Real, perché il club sarebbe impegnato nella ricerca di un successore e il presidente Florentino Perez avrebbe pubblicamente invitato Neymar a venire a Madrid.

La Juve, dopo aver osservato, si prepara a entrare in gioco ufficialmente, cercando di farsi trovare pronta nel momento in cui si dovrà chiudere la trattativa: un affare molto, molto oneroso, ma tra cessioni, Higuain e Alex Sandro in prima fila, aumento delle sponsorizzazioni e dei ricavi dal merchandising, potrebbe essere meno folle di quanto si possa pensare.

Altre Notizie