Giovedi, 15 Novembre, 2018

Censis: 'Unical seconda in classifica italiana tra i grandi atenei'

Censis: Unical al secondo posto tra i grandi atenei statali d'Italia L'Università di Perugia brilla e primeggia (ancora): è la migliore tra i grandi Atenei statali
Machelli Zaccheo | 05 Luglio, 2018, 18:54

Soddisfatto il rettore Rosario Rizzuto: "La classifica del Censis gratifica il lavoro quotidiano di tutte le persone che contribuiscono a far grande l'Ateneo di Padova - commenta -".

L'Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio" di Chieti-Pescara fa passi in avanti nel Rapporto Censis sugli Atenei italiani. E, inoltre, vede nella top ten anche i corsi magistrali a ciclo unico in Farmacia e Chimica e tecnologie farmaceutiche (4°), le biennali magistrali a indirizzo economico (4°), le triennali giuridiche (5° posto), le triennali economiche (7° posto), le triennali del gruppo geo-biologico (7°), le triennali scientifiche in fisica, informatica, matematica (7°) e le biennali magistrali linguistiche (10°).

Per il terzo anno consecutivo, l'anno accademico 2016-2017 ha registrato una ripresa delle immatricolazioni (+5,2% rispetto all'anno accademico precedente) e una rinnovata attrattività dell'istruzione universitaria, scelta da oltre il 47% dei 19enni italiani.

Sul fronte dell'offerta, la dimensione internazionale acquisisce un peso sempre più consistente.

"È questa la strada che il sistema universitario calabrese - aggiunge - deve perseguire per offrire serie e concrete opportunità agli studenti e alle studentesse della nostra regione e, tramite loro, a tutta la Calabria nel suo complesso".

Nel 2016 quasi il 9% dei corsi di studio erogati era interamente in lingua inglese o con specifici curricula interamente in lingua inglese, mentre il 13% dei corsi di studio prevedeva il rilascio del titolo doppio o congiunto (double/joint degree).

È secondo solo a Siena l'ateneo sassarese nella classifica stilata dal Censis, l'istituto di ricerca socio-economico, per quanto riguarda le università statali medie, quelle che hanno tra i 10mila e i 20mila iscritti. Punteggi massimi, superiori anche alla stessa Perugia, l'Unical li ha invece ottenuti nella valutazione sui servizi (110).

Scivola al quarto posto, perdendo due posizioni in un anno, l'Università di Pavia, con un punteggio complessivo di 87,8. La sua facoltà di medicina è tra le migliori per quanto riguarda la "Progressione di Carriera" degli studenti, tanto da totalizzare ben 100 punti in quest'ambito. Guadagna la seconda posizione Sassari, con un punteggio di 98, sorpassando Trento (96,8). A seguire 87 nelle "Borse", 84 nella "Internazionalizzazione" e 80 nei "Servizi". Università Cagliari A pari merito con Foggia e Milano, con 89 punti troviamo l'Università di Cagliari.

La penultima e l'ultima posizione sono occupate rispettivamente dall'Università del Molise e dall'Università del Sannio. Tra i grandi atenei, l'università Campania Vanvitelli di Caserta e quella di Fisciano-Salerno si posizione nelle ultime posizioni. Tra i "medi" la Luiss (91,4), seguita dalla Lumsa (83,8). Con 92 scala la graduatoria di tre posizioni e conquista il secondo posto l'Università della Calabria. L'università di Siena, come lo scorso anno, è in testa alla graduatoria dei medi atenei statali (da 10.000 a 20.000 iscritti), con un punteggio totale di 99.

Altre Notizie