Domenica, 09 Dicembre, 2018

Una donna dichiarata morta si è risvegliata dentro la cella mortuaria

Incidente stradale sul Turchino, auto contro moto al Fado Schianto auto-moto: morti due fidanzati
Evangelisti Maggiorino | 03 Luglio, 2018, 22:10

La storia incredibile arriva dal Sudafrica, precisamente da Carletonville, vicino Johannesburg, dove lo scorso 24 giugno un'auto si è ribaltata con tre persone a bordo e nello schianto sono morte due persone. Ad accorgersi che la donna era ancora viva, secondo quanto riferisce la 'Bbc', è stato un addetto della camera mortuaria che, durante i consueti controlli sui cadaveri, ha notato che respirava ancora. La donna - della quale le autorità non hanno diffuso le generalità - "non presentava segni di vita", ha assicurato.

Ma se il conducente del mezzo non ha subito gravi conseguenze, la compagna è stata ricoverata in gravi condizioni nel reparto di Chirurgia in prognosi riservata.

Collocata in una cella frigorifero, è stata salvata da un impiegato che è venuto a fare i soliti controlli.

I familiari della vittima si sono affidati allo Studio 3A, che ha messo a disposizione come consulente tecnico di parte Iuri Collinassi, che dunque prenderà parte a tutte le operazioni peritali.

Una donna sudafricana è stata trasportata all'obitorio dopo essere stata dichiarata morta dai paramedici. Il caso di questa donna, riportato dal sudafricano TimesLive, si va ad aggiungere a quello di un detenuto che in Spagna- a gennaio- si eè risvegliato poco prima che sul suo corpo venisse effettuata l'autopsia.

Altre Notizie