Mercoledì, 18 Luglio, 2018

Open Arms potrebbe arrivare a Barcellona mercoledì

Migranti Open Arms soccorre gommone in zona Sar libica. Salvini I migranti soccorsi stamattina da Open Arms
Evangelisti Maggiorino | 03 Luglio, 2018, 18:18

L'arrivo a Barcellona della nave Open Arms della ong catalana Proactiva Open Arms con i 60 migranti soccorsi ieri mattina al largo della Libia è previsto per mercoledì. È la previsione, basata sulla distanza (circa 700 miglia nautiche, 1'300 chilometri) e sulle condizioni del mare, fatta dai responsabili della nave, secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo El Pais. "Sta rispondendo a tutte le domande - ha detto il portavoce della Ong tedesca, Axel Steier - e siamo convinti di aver rispettato tutte le disposizioni di legge".

Matteo Salvini ha scritto su Facebook che "La nave Open Arms, di Ong spagnola con bandiera spagnola, si e' lanciata poco fa verso un barcone e, prima dell'intervento di una motovedetta Libica in zona, ha in tutta fretta imbarcato una cinquantina di immigrati a bordo".

Il fatto, riferiscono, è avvenuto domenica 24 giugno durante un salvataggio di 490 persone.

Il ministro delle Infrastrutture Toninelli ha disposto il divieto di attracco alla Open Arms, nave battente bandiera spagnola dell'Ong spagnola Proactiva. "L'equipaggio - scrivono - ha avuto paura che qualche migrante potesse saltare fuori bordo mentre la nave era in movimento o che sulla nave si scatenasse il caos". Ma a queste parole ha replicato Malta.

Continuano le polemiche dopo il naufragio di un gommone che, nella giornata di ieri, è costato la vita a circa 100 migranti, tra cui almeno tre bambini. "L'Open Arms avrebbe potuto salvarli, ma è stata ignorata dalle autorità libiche e italiane", twitta Javi Lopez, uno dei quattro europarlamentari a bordo di Astral (tra loro anche l'italiana Eleonora Forenza), mostrando un video di Òscar Camps, fondatore dell'organizzazione umanitaria. Abbiamo chiamato Roma chiedendo se c'era bisogno che andassimo a soccorrere e ci hanno detto che era già stata intercettata da una motovedetta della guardia costiera libica. Puntuale, un paio d'ore più tardi, arriva via Twitter (e in italiano) la replica del ministro dell'Interno di Malta, Michael Farrugia: l'intervento è accaduto in area Sar libica "tra Libia e Lampedusa, Italia".

Altre Notizie