Mercoledì, 18 Luglio, 2018

Thailandia, dispersi in una grotta per nove giorni: sono vivi

ANSA  AP									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA AP +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 03 Luglio, 2018, 07:43

Lo ha fatto sapere il governatore locale.

Ritrovati vivi e in buone condizioni i 12 ragazzi dispersi con il loro allenatore di calcio in una grotta thailandese dal 23 giugno. Il gruppo era formato da 12 giovani calciatori e dal loro allenatore. I ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, risultato tutti in buone condizioni.

Secondo il governatore della provincia di Chiang Rai, che guida le ricerche attorno alla grotta Tham Luang, le squadre di soccorso sono a circa 400 metri dalla cavità rialzata chiamata "Pattaya Beach", e sono munite di provviste e bombole per l'ossigeno a sufficienza. Era anche arrivata una squadra specializzata di sommozzatori dall'Inghilterra, assieme a un team del Comando Usa nel Pacifico, per provare a raggiungere la grotta che anche a causa delle forti piogge si stava allagando.

Una vicenda che ha dell'incredibile. "Ciò non significa la fine della missione".

Con il passare dei giorni oltre mille persone, con aiuti da dieci paesi, si sono impegnati nei soccorsi che hanno tenuto col fiato sospeso l'intera Thailandia, mentre dalla grotta non giungeva nessun segnale di vita. La speranza di tutti, e dei genitori che hanno atteso tutti questi giorni davanti alla grotta, era che i ragazzi avessero potuto trovare un rifugio all'asciutto. Quel giorno erano con il vice allenatore Nopparat Kantawong, con il quale avevano fatto altre gite durante gli allenamenti. "Si prenderanno cura gli uni degli altri altri", aveva detto, citato dai media thailandesi. Il capitano della squadra è il 13enne Duangpet "Dom" Promtep.

Altre Notizie