Mercoledì, 18 Luglio, 2018

Milan, Montella: "Gattuso mi diceva che il Milan non era forte..."

Serie A Serie A
Cacciopini Corbiniano | 02 Luglio, 2018, 16:26

Credo che avrei meritato un po' di tempo in più.

Vincenzo Montella è detto l'aeroplanino non a caso: sa volare in alto, tra accelerazioni e traiettorie bellissime, per poi rischiare sempre di cadere in picchiata. Ai miei tempi, invece, la vivevo sempre come una sconfitta e quindi pensavo di dover fare qualcosa in più. Sì, ma ormai ho esperienza anche in questo. Era stato avviato un progetto che si è interrotto ingiustamente, alla società è mancata la pazienza.

Montella svela una chiacchierata con Gattuso in cui l'attuale tecnico chiedeva all'ex allenatore di non esaltare la squadra perché non era forte: "Avrei preso anche io quella opportunità". E' giovane, può crescere. Vedere il Milan fuori dall'Europa è clamoroso. Intervistato dalla 'Gazzetta dello Sport', il 44enne tecnico spiega cosa sta cercando: "Ho avuto diverse offerte, dall'Italia e dall'estero. Penso che anche per la UEFA sia stata una scelta dolorosa, perciò avranno avuto le loro buone motivazioni". Con Franco non ho avuto problemi, mentre con Sabatini ci sono stati screzi durati fino a un chiarimento. "Vorrei una proposta che abbia della follia, ma la sto ancora aspettando". Se non ti senti così, meglio non fare niente. Mi sembrava giusto. Se diventi l'allenatore della Roma, devi essere rispettato a priori. Ma nessun rimpianto. La Roma è rimasta qualcosa d'incompiuto. "Chissà, sono ancora giovane (ride, n.d.r.)".

Altre Notizie