Venerdì, 13 Dicembre, 2019

Mondiali: Coutinho, contagiati da Neymar

A Rio de Janeiro durante Brasile Svizzera del 17 giugno A Rio de Janeiro durante Brasile Svizzera del 17 giugno
Cacciopini Corbiniano | 27 Giugno, 2018, 00:59

Nel secondo tempo Douglas Costa prende il posto di Willian. Brasile a 4 punti, Costarica resta a 0 e vafuori.

Partita molto congestionata, quella appena conclusasi alla Zenit Arena, che riesce a sbloccarsi solo al 91esimo con Coutinho che firma l'1-0, salvo poi congelarsi al 97esimo con la zampata decisiva di Neymar, che con il suo 2-0 manda a casa il Costa Rica con un turno di anticipo.

Costa Rica (5-4-1): Keylor Navas 7; Gamboa 6 (30′ st Calvo sv), Duarte 6, Acosta 6, Gonzalez 6,5, Oviedo 6; Venegas 5,5, Borges 5, Guzman 6 (38′ st Tejada sv), B. Ruiz 6; Urena 5 (9′ st Bolanos 6). Petkovic nell'intervallo striglia i suoi che fino ad allora si erano resi pericolosi con il contagocce e infatti all'ingresso in campo gli elvetici sono più propositivi: Rodriguez tenta uno dei suoi colpi da fuori ma non va a bersaglio per poco, mentre ci pensa Xhaka al 52′ a pareggiare i conti con una rete da favola, una traiettoria che ghiaccia e immobilizza l'estremo difensore serbo. Una scelta che si rivelerà azzeccata visto che nei due gol brasiliani c'è lo zampino del giocatore della Juventus. I verdeoro meritano la vittoria perché il Costa Rica non praticamente pervenuto in campo ma, nonostante il poco valore dell'avversario, sono nervosi e, prima del gol di Coutinho, gli assalti sono nervosi e molto poco convincenti. Il Brasile si lancia all'attacco alla ricerca del gol. Il Brasile attacca ma non segna. Neymar è il mio fratellino, lo tengo sempre vicino e cerco di dargli sempre i giusti consigli. Il Var gli mostra che il fallo non c'è e l'arbitro toglie il penalty. Il Brasile si innervosisce, Neymar e Coutinho si fanno ammonire. Il Brasile vince. Neymar piange.

Altre Notizie