Domenica, 16 Giugno, 2019

Sciopero benzinai revocato: Decreto Dignità al via e stop fattura elettronica

Benzina Di Maio Prepariamo rinvio e-fattura a gennaio Governo, rinviata a gennaio la fatturazione elettronica per i benzinai
Esposti Saturniano | 26 Giugno, 2018, 13:39

"Abbiamo assicurato ai benzinai che rinvieremo la fatturazione elettronica che dovrà partire quando le categorie saranno pronte". Quest'ultimo, via "Decreto Dignità", ha scelto di far slittare l'entrata in vigore della fatturazione elettronica di 6 mesi; quindi, appuntamento fissato per il primo gennaio 2019.

Il Ministro Luigi Di Maio ha incontrato ieri la stampa dopo il tavolo tecnico al Mise con le federazioni dei gestori degli impianti di distribuzione dei carburanti (FIGISC/ANISA - Confcommercio, FEGICA - Cisl e FAIB - Confesercenti), in vista dell'annunciato sciopero sulla rete stradale e autostradale degli impianti di benzina. "In queste ore al ministero dell'Economia stanno scrivendo la norma che entrerà nel "decreto dignità".

"Siamo particolarmente attenti a questo tipo di dichiarazioni, per noi è un segnale importante", dicono dalla Fegica/Cisl, spiegando però che "bisogna capire meglio i contorni, quale tipo di intervento sia, capire qual è l'intenzione del governo, quale strumento usare e verificare anche se ci siano i tempi perché, per noi, il 30 giugno è un limite invalicabile". "Noi crediamo in questo strumento, ma devono essere messi nelle condizioni di affrontare la sfida della digitalizzazione mentre ora vengono solamente obbligati", ha detto Di Maio. "È evidente che sia stata lanciata una novità senza dare il tempo e gli strumenti per attrezzarsi".

La soluzione temporanea per i prossimi sei mesi, su cui sarebbero al lavoro i Ministeri dell'Economia e dello Sviluppo economico, prevede l'istituzione di un doppio canale per gli adempimenti IVA. Nella sua prima fase di obbligatorietà, avrebbe dovuto portare 200 milioni di euro in più alle casse dello Stato.

Altre Notizie