Martedì, 17 Settembre, 2019

Pensioni, il Governo frena ancora sulla quota 100

Opzione donna | riforma pensioni Pensioni, il Governo frena ancora sulla quota 100
Esposti Saturniano | 22 Giugno, 2018, 08:42

Bruxelles al momento non ha ancora preso una posizione in merito a questa ipotesi, limitandosi a ricordare che le regole sono uguali e valgono per tutti i paesi membri.

Infine, l'INPS ricorda che i termini di scadenza per il pagamento, mediante Modello F24, sono il 16 luglio 2018, il 17 settembre 2018, il 16 novembre 2018 e il 16 gennaio 2019. Nel dettaglio con questa manovra finanziaria è stato stabilito che ne possono beneficiare solo coloro che hanno più di 64 anni e con un reddito complessivo inferiore a due volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti che per il 2018 è pari a 507,42. Poco dopo è il viceministro dell'Economia Garavaglia ha riflettere un pensiero "personale" sulle priorità del Governo Lega-M5s: "dovessi decidere io farei prima la flat tax, per fare entrare più gente possibile nel mondo del lavoro e far nascere nuove partite Iva, un tema collegato al reddito cittadinanza", anche se poco dopo ammette che anche il superamento della Fornero viene percepita come una priorità, "quindi penso che alla fine le cose andranno di pari passo".

Per il 2018, il giorno scelto è lunedì 2 luglio.

Uscite importanti, con le quali si potrebbe creare lo spazio per sostanziose immissioni in ruolo nell'immediato futuro.

E ora, rimaniamo in attesa di capire meglio il meccanismo di funzionamento della pensione di cittadinanza che sarà presentato meglio quando verrà elaborato il testo normativo. All'origine di questa dinamica per cui la maggior parte degli altoatesini raggiunge 42 anni e 10 mesi di contribuzione prima dei 65 anni di età, è stato detto, vi è soprattutto la buona situazione economica dell'Alto Adige che li ha perlopiù risparmiati dalla disoccupazione.

Altro tipo di assegno, invece, avranno coloro i quali percepiscono un reddito pensionistico contenuto tra i 9.894,69 ed i 13.192,92.

Il nuovo governo vorrebbe estendere la pensione anticipata quota 41 dapprima agli appartenenti alle categorie tutelate che non sono lavoratori precoci, poi a tutti i lavoratori. Gli stessi importi valgono per i privati ma in tal caso il primo scatto si ha con un'anzianità contributiva compresa tra i 15 e i 25 anni e il secondo per quella superiore ai 25 anni.

Il valore della quattordicesima è compreso tra 336 e 665 euro e varia a seconda del reddito e degli anni di contributi che sono stati versati. Qualora abbia versato fino a 15 anni di contributi avrà 437 euro, 546 euro tra i 15 ed 25 e 655 oltre i 25.

Altre Notizie