Martedì, 16 Luglio, 2019

Maturità 2018, domani c’è la prima prova: le cose utili da sapere

Tutto pronto per la prima prova scritta di maturità.|Tetra Images  Corbis Tutto pronto per la prima prova scritta di maturità.|Tetra Images Corbis
Evangelisti Maggiorino | 19 Giugno, 2018, 23:38

Essa, infatti influisce più di quel che si pensi, con le capacità cognitive di ognuno e quindi sulla resa scolastica" - spiega il Alessandro Zanasi, esperto dell'Osservatorio Sanpellegrino e membro della International Stockholm Water Foundation - "In situazioni di tensione, come certamente sono gli esami finali per tanti studenti italiani, si tende a sudare di più, non solo a causa della temperatura più elevata tipica del periodo estivo. Le commissioni dovranno essere completate per domani mattina, mercoledì 20 giugno - quando l'Esame di Stato prenderà il via con la prima prova di italiano alle 8,30.

Ultimissime sulla prima prova. Portarlo con se è obbligatorio, anche se spesso i documenti non vengono controllati se i professori conoscono molto bene tutti gli alunni.

Rovigo - Il Miur avrà anche lanciato come di consueto l'hashtag nopanic ma gli esami di maturità sono sempre un tormento per tutti gli studenti di quinta superiore. Ma le vere preoccupazioni di solito arrivano con la seconda e la terza prova, fissate rispettivamente il 21 e il 25 giugno. A questo proposito, come ogni anno, c'è la paura dell'autore fuori programma per l'analisi del testo (l'anno scorso uscì Giorgio Caproni e per molti fu una tragedia).

Dalla ricerca realizzata da Skuola.net, per la Polizia di Stato, su un campione di circa 3.000 studenti del quinto anno risulta che 1 su 5 crede di poter trovare su internet le tracce delle prove d'esame e altrettanti sono convinti che la polizia controlli i telefonini degli studenti per scoprire chi stia copiando. Sono stati i docenti che hanno rinunciato a fare parte della commissione d'esame, inviando un certificato medico o un documento che giustifica l'assenza. Il 99,5 per cento degli esaminati era stato promosso, con l'1,2 per cento dei candidati che aveva ottenuto il voto di 100 e lode.

Altre Notizie